PARCO DELLA MAREMMA E PARCO DELL'UCCELLINA (completo)

Una verde macchia selvaggia fra mare e cielo

PARCO DELLA MAREMMA E PARCO DELL'UCCELLINA (completo)
Mare
Natura
Trekking
Viaggi confermati

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO

Con i suoi circa 30 km di lunghezza la dorsale dei Monti dell’Uccellina è la più selvaggia, inabitata e meglio conservata di tutta l’Italia tirrenica centro-settentrionale. Un’isola silenziosa di natura, paesaggi e testimonianze umane fra l’Aurelia e il mare, arricchita da spiagge lunghissime e deserte, dune, pinete, canali di bonifica, torri di avvistamento, verdi pianure e bassi versanti coltivati su cui pascolano indisturbate le placide vacche maremmane. Una terra complessivamente fortunata le cui pianure, un tempo impenetrabili focolai di malaria, sono state faticosamente strappate all’impaludamento prima dai Lorena, granduchi di Toscana, poi dallo Stato italiano post-unitario. Per essere infine incluse insieme ai monti, dal 1975, in una vasta e preziosa area protetta, il Parco Regionale della Maremma, un mosaico di ecosistemi e biodiversità. 

IL NOSTRO VIAGGIO

COME: viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 6 max. 18 partecipanti)

COSA FACCIAMO: escursioni a piedi; visita all’area protetta e ai borghi di Talamone e Alberese; enogastronomia locale.

DOVE DORMIAMO: Agriturismo La Pulledraia ad Alberese

PASTI INCLUSI: Le prime colazioni, 2 pranzi al sacco e 2 cene.
PASTI NON INCLUSI: Il pranzo al sacco del 6 ottobre. Le bevande, ad eccezione dell’acqua e di ¼ di vino a testa durante le cene.

TRASPORTI LOCALI: mezzi propri o auto della guida (per coloro che raggiungono la destinazione in treno)**

**Per i dettagli e i costi dei trasferimenti locali, per coloro che arrivano in treno, fare riferimento alla scheda dettagliata allegata.

COME SI RAGGIUNGE

Mezzi propri o treno

SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO

Programma

Giorno 1
L’ABBAZIA DI SAN RABANO E LA SPIAGGIA DI COLLELUNGO

Dopo il ritrovo alla stazione di Grosseto, una breve introduzione sul parco e la distribuzione delle cartine escursionistiche ai partecipanti, lasceremo alcune auto per il rientro al parcheggio di Pinottolai e partiremo a piedi da Alberese. La prima meta di oggi sono le rovine del complesso abbaziale di San Rabano, che raggiungeremo dopo una lunga ma non faticosa salita nel bosco. Oltre alla bellezza delle austere architetture romaniche, pare che qui aleggi ancora la leggenda di un grande tesoro dei monaci, la cui difesa contro le orde corsare era inizialmente affidata a mura e torri, ma con il declino anche ad…energici fantasmi! La discesa verso il mare lambisce due altane che svettano sopra la macchia con altrettante visuali panoramiche, una verso la costa sud (Cala di Forno), l’altra in direzione nord (Pineta Granducale e foce del fiume Ombrone). Giunti ad Oliveto Collelungo raggiungeremo l’omonima spiaggia dove, se le condizioni e i tempi lo consentiranno, faremo un bel bagno nel caldo mare di inizio autunno. Il cammino pianeggiante finale verso Ponte delle Tartarughe e Pinottolai borderà un canale di bonifica per poi attraversare l’ampia pineta artificiale voluta di Lorena. Arrivo in agriturismo, check-in e cena.

Giorno 2
POGGIO ALLE SUGHERINE, SALTO DEL CERVO E IL BORGO DI TALAMONE

La passeggiata di oggi è un anello con due diramazioni da percorrere a/r, una all’inizio, l’altra per arrivare al mare, e si svolge nel cuore più interno e remoto del parco. Si parte dalla bellissima Tenuta dell’Uccellina costeggiando un oliveto dal fertile suolo rossastro. Cammineremo nel bosco ai piedi di una curiosa fortificazione interna chiamata Torre Bassa, molto ben conservata. Da qui il cammino sarà in salita, a tratti dolce a tratti decisa, fino ai ruderi della Chiesa romanica del Cavaliere, di cui percorreremo il perimetro per riconoscerne gli elementi salienti: soprattutto mura e abside. Un ulteriore tratto in salita nel fitto bosco sempreverde ci porterà alla bellissima altana panoramica del Poggio delle Sugherine. Da qui scenderemo lungo il crinale fino al Bivio della Carbonaia per poi imboccare il lungo tracciato a/r verso la cala ciottolosa di Salto del Cervo. Tra eriche, lentischi e bassi alberi di sughera, questo cammino è fra i più silenziosi e selvaggi del parco, mentre la cala è stupefacente perché il bosco la racchiude verso terra quasi per intero e per le onde che spumeggiano sui ciottoli multicolori. La via del ritorno risale alla Carbonaia e scende verso la Torre Bassa, sempre sotto la fitta coltre di macchia mediterranea. Una volta al parcheggio con un breve spostamento in auto andremo a fare quattro passi e magari, perché no, un aperitivo a Talamone, con breve passeggiata per il borgo fino alla bellissima e dominante Fortezza Aldobrandesca. Rientro e cena in agriturismo.

Giorno 3
LA FOCE DELL’OMBRONE E L’ANELLO FAUNISTICO

Giornata dedicata alla natura più autentica del parco. La mattina, lasciate alcune auto al parcheggio a Marina di Alberese, camminando lungo un sentiero ad anello accompagnati da mandrie di vacche maremmane e cavalli andremo verso le ampie distese palustri della foce dell’Ombrone. Qui osserveremo in silenzio le diverse specie di uccelli acquatici che frequentano queste zone umide, i loro comportamenti, le abitudini, i riti quotidiani. Le acque dell’area della foce sono peraltro molto ricche di anguille, cefali, cavedani, lucci, carpe, ma anche di pregiatissime spigole. La vista qui spazia lontano sulla palude della Trappola e questa prospettiva materializza un genius loci plasmato da orizzonti in cui la terra si perde nel mare ed entrambi sfumano nel cielo. Il ritorno verso Marina di Alberese costeggia a tratti la spiaggia, dove forse potremo fare un ultimo bagno. Tornati con le auto al borgo di Alberese, la proposta prima di officiare le liturgie del commiato è di fare a piedi, tra bosco e radure, un piccolo anello “faunistico” di circa 2 km e basso dislivello, quasi un compendio finale delle meraviglie dei giorni trascorsi insieme. Rientro verso i luoghi di provenienza.

SERVIZI INCLUSI, SUPPLEMENTO SINGOLA ED EVENTUALI SPESE EXTRA

QUOTE BASE IN CAMERA DOPPIA: matrimoniale o doppia condivisa, con altri partecipanti dello stesso sesso. Vedi anche note sulla scheda viaggio.

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: € 80 - Sempre su richiesta e a disponibilità limitata.

LA QUOTA COMPRENDE: pernottamento in agriturismo, camere doppie o singole con bagno privato; tasse di soggiorno; pensione completa, con pranzi al sacco, dalla cena del primo giorno al pranzo al sacco dell'ultimo; biglietti di accesso al parco; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata del viaggio.      

LA QUOTA NON COMPRENDE: spese di apertura pratica (vedi sotto); i trasferimenti e trasporti (vedi trasporti locali); entrate/ingressi parchi, musei; le bevande; quanto non contemplato nella voce; "La quota comprende".

SPESE DI APERTURA PRATICA: € 20,00 obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.

INFORMAZIONI GENERALI E ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO

NOTE: la quota è basata sulla sistemazione in doppia (sistemazione in camera singola su richiesta con supplemento).
Per coloro che viaggiando da soli richiedono comunque la sistemazione con altro/a partecipante, sarà assegnata la camera doppia in condivisione. Qualora però, a ridosso della partenza, l’abbinamento non si fosse completato, si procederà all’assegnazione della camera singola con relativo supplemento.

ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO VIAGGIO, CONDIZIONI E GARANZIE PER ANNULLAMENTI. Facoltativa, non inclusa nella quota, ma è possibile stipularla con un costo del 5% del totale dell’importo assicurato. Richiedi comunque il preventivo effettivo. L’assicurazione potrà essere stipulata esclusivamente al momento della prenotazione del viaggio.
Richiedici l’opuscolo informativo completo o clicca qui

VALIDITA’ DELLE INFORMAZIONI: tutte le informazioni riportate su queste pagine sono indicative e sono un estratto di quelle riportate in modo esaustivo sulla Scheda Tecnica del viaggio, che costituisce la descrizione ufficiale del viaggio e alla quale si prega di fare esclusivo riferimento.

LA VOSTRA GUIDA

Guida ambientale escursionistica laureata in geologia con successiva specializzazione in conservazione della natura e delle aree protette. Si occupa di turismo naturalistico, formazione ambientale, educazione alla sostenibilità. Parla bene inglese e francese, ha esperienza nella redazione di guide territoriali, per adulti o per bambini (ad es. ai parchi, ai musei naturalistici del Lazio, ecc.). Pensa che per far apprezzare in maniera coinvolgente un territorio una guida ambientale debba stimolare un approccio curioso, sensoriale e di scoperta verso tutte le sue componenti.

Lingue: Inglese, francese

Competenze: geologia e natura in generale, educazione ambientale.

Iscritto nel Registro Italiano Guide Ambientali Escursionistiche n° LA206

Anni di esperienza: 30

Filippo Belisario
Filippo Belisario

Ti potrebbero interessare anche...

VAL DI VARA – ALTA LIGURIA

VAL DI VARA – ALTA LIGURIA

08/08 - 11/08
a partire da € 490,00
BELGIO:  LA VALLONIA

BELGIO: LA VALLONIA

07/07 - 13/07 e altre date
a partire da € 1.300,00
ISOLA DEL GIGLIO

ISOLA DEL GIGLIO

24/10 - 27/10
a partire da € 460,00
LA VETTA DEL GRAN SASSO

LA VETTA DEL GRAN SASSO

08/06
a partire da € 20,00
Cerca il tuo viaggio