Cerca il tuo viaggio
 
Crea il tuo viaggio

Area download

Seguici anche su:

Viaggi e vacanze
Tutto l'anno

PUGLIA - SALENTO

Nella natura del Salento, tra mare, grotte e la macchia mediterranea
Difficoltà: zampazampa
da definire
 
Presentazione del viaggio
La terra del Salento, così lontana dalle grandi metropoli, così suggestiva e concentrata, offrirà ai visitatori un clima, una accoglienza e esperienza sbalorditive ed indimenticabili. La costa, le aree naturali protette, le grotte a pelo d’acqua, esplorabili a nuoto, in canoa, o semplicemente osservabili dall’alto, offrono ambienti straordinariamente unici e imperdibili a chi vuole assaporare il Salento. Le aree naturali protette, sviluppate lungo la costa, mantengono al loro interno un concentrato di biodiversità e geositi di interesse nazionale e non solo. La flora multicolore che si manifesta con la macchia mediterranea, le pinete marittime, i canneti di arundo donax e phragmites australis, le infiorescenze delle orchidee pugliesi, sono alcune delle caratteristiche botaniche che si potranno incontrare e conoscere. Le zone umide costiere, all’interno delle aree naturali protette, offrono riparo all’avi fauna stanziale e migratoria che qui giunge da ogni dove: un’occasione per osservare da vicino i grandi volatili, gli uccelli limicoli, anatidi e tanto altro. Meno importante sarà la possibilità di assaporare prodotti tipici nei borghi che incontreremo, e tra questi Gallipoli, che ricorda a chi di Ischia, il Castello Aragonese dell’isola Flegrea, con il suo caratteristico ponte in Muratura.
Tipologia:
Viaggio di gruppo con Guida Four Seasons
Cosa facciamo:
Escursioni a piedi; visite culturali, enogastronomia tipica; bagni al mare nelle partenze estive.
Come:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 6 max. 15 partecipanti)
Speciale perchè:
Paesini dove la pietra, l'arte, parlano continuamente con la natura e il mare e che conservano antiche tradizioni; ottima cucina tipica, con tante sorprese enogastronomiche; un mare con tutte le tonalità del turchese.
Area di rilevanza naturalistica:
Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento; Parco Naturale Regionale Isola di Sant’Andrea e litorale di Punta Pizzo; Parco Naturale Regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase;
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
Tutto l'anno6 giorni, 5 nottida definireIscrizioni aperte


La quota comprende:
pernottamento in hotel o Bed & Breakfast, in camere doppie con servizi privati; prima colazione e 4 cene in hotel o ristoranti locali; noleggio di pulmino e/o auto per tutta la durata del viaggio; tutti i trasferimenti locali; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica.

La quota non comprende:
spese di apertura pratica; tutti i pranzi al sacco; 1 cena; spese per carburante, pedaggi e parcheggi; le entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti ove previste; le bevande; trasporto per/da Brindisi; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".
 
Sistemazione in singola: su richiesta con supplemento, a disponibilità limitata.
 
Spese apertura pratica: € 10,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.
 
NB: la quota è basata sulla sistemazione in doppia, con abbinamento con un altro compagno di viaggio dello stesso sesso. Nei rari casi in cui ciò non sia possibile, il partecipante che pur non avendone fatta richiesta dovesse essere sistemato in camera singola sarà soggetto ad un supplemento pari al 50% del supplemento singola, da corrispondere prima della partenza. Tale supplemento sarà comunque rimborsato nel caso in cui l'iscrizione di un ulteriore partecipante consenta di procedere con l’abbinamento.
Programma:
1° giorno 
ITALIA/BRINDISI

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Brindisi in mattinata: incontro con la guida e con il resto del gruppo e partenza alla volta di Ugento, importante città balneare del Salento, per ammirare chiese, conventi, e altro. Nel centro storico incontreremo il Castello risalente al XIII secolo, ma ricostruito poi nel XVII e nel XIX secolo, dotato di pianta trapezoidale irregolare con torrioni angolari, due dei quali sono andati distrutti. Vedremo il Palazzo Vescovile e la Cattedrale, risalente al 1855, ricostruita su un’altra andata distrutta nell’incursione Saracena. Nel pomeriggio sistemazione in hotel e assegnazione delle camere riservate. Cena e parnottamento.
 
2° giorno 
Da Lido Marini a Marina di Torre San Giovanni

Oggi visiteremo il Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento, area naturale protetta di 1600 ettari, istituita nel 2007, caratterizzata da una elevata varietà di ambienti naturali. Riconosceremo, procedendo dal mare verso l’interno, la fascia dei litorali sabbiosi e rocciosi, gli ambienti retrodunali umidi, quelli palustri e le zone boscate, la macchia mediterranea e gli uliveti secolari. Passeremo su un litorale composta da sabbia molto fine, alimentato dal vento e dall’accumulo di pezzettini di gusci di piccoli organismi, come ad esempio le conchiglie, che danno alla sabbia il tanto ricercato colore bianco. Nella fascia delle dune invece ritroveremo i gigli e le piante della macchia mediterranea, impareremo quindi l’importanza della duna per la costa. Attraverseremo aree umide in cui è possibile incontrare avifauna di grandi dimensioni, tra cui i magnifici aironi. Giunti a Marina di torre San Giovanni, dopo un bagno rinfrescante, torneremo a Lido Marini dopodiché ci dirigeremo verso l’albergo. Cena e pernottamento.
Dislivello: 50m – Lunghezza: 15km –Durata: 7 ore
 
3° giorno 
GALLIPOLI / Dal Lido Pizzo a Gallipoli

Oggi ci sposteremo in località Torre Pizzo per attraversare il Parco Naturale Regionale Isola di Sant’Andrea e raggiungere Gallipoli. L’itinerario, anche questa volta pianeggiante, ci porterà a conoscere un nuovo tratto di costa, rocciosa a sud e sabbiosa verso nord. La zona, cosiddetta Punta della Suina, ci permetterà di attraversare una vasta pineta, uno dei principali polmoni verdi del Salento. Punta suina infatti è sita su un lieve promontorio roccioso che degrada verso il mare. Attraversata la pineta, che degrada verso nord, e la località Baia Verde, giungeremo a Gallipoli di cui visiteremo il Centro Storico. Gallipoli deriva, secondo la tradizione, da due termini greci “Kalè” e “Polis”, ovvero “città bella”. La città si divide nel borgo nuovo e nel borgo antico. Il centro storico è paragonabile ad un’isoletta completamente adagiata sull’acqua e collegata alla terra ferma (zona nuova) da un ponte in muratura. La città vecchia è ricca di palazzi e chiese in stile barocco, fu costruita dai greci come una sorta di labirinto dove tutte le stradine si incrociano l’una nell’altra, tra le case dalle mura bianche e cornicioni azzurro intenso, segnalando dei percorsi che portano tutti alle mura della città che danno sul porto. Gallipoli infatti è perennemente esposto al vento, soprattutto di tramontana, la presenza del labirinto di vicoli quindi aiuta a spezzare la direzione del vento e mettere a riparo i cittadini. Visiteremo quindi la spiaggetta all’interno del borgo vecchio, ammireremo il Castello Angioino-Aragonese, la chiesa della Purità soprastante il porto e in ultimo la Cattedrale di Sant’Agata. Ritorno in albergo. Cena e pernottamento
Dislivello: 100m – Lunghezza: 10km –Durata: 6 ore
 
4° giorno 
SANTA MARIA DI LEUCA/ Da Punta Meliso alle grotte lungo la scogliera

Oggi ci sposteremo all’estrema zona a sud della Penisola Salentina per visitare quella che è forse la più bella scogliera del Salento. Raggiungeremo infatti Santa Maria di Leuca, estrema località meridionale. Qui parcheggeremo nei pressi del Faro monumentale e inizieremo l’escursione. Scenderemo verso la costa sotto il faro, poi cammineremo verso occidente, sulle passerelle che attraversano il Porto turistico. Continueremo il percorso raggiungendo il tacco d’Italia con grotte a pelo d’acqua, tra cui la splendida Grotta del Diavolo. Costeggiando il mare, cambieremo prospettiva osservando le grotte da diverse angolazioni, Mare permettendo, sarà anche possibile tuffarci nelle turchesi acque dello Ionio. Dopo una sosta rinfrescante, riprenderemo i passi per Santa Maria di Leuca e il Faro. Ritorno in albergo. Cena e pernottamento.
Dislivello: 200m – Lunghezza: 7km –Durata: 5:00 ore
 
5° giorno 
CORSANO/TRICASE – Da Contrada Guardiola a Marina Serra e Porto

Dopo colazione ci sposteremo sul tratto di costa adriatica per visitare un altro tratto dell’area naturale protetta del Parco Naturale Regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase. Partiremo infatti a piedi dalla Contrada Guardiola, nei pressi della Torre del Riccio, importante sito di piante rupicole inserite nella Lista Rossa Nazionale; nell’insenatura della Guardiola si aprono, poi, due grotte marine sommerse, la Grotta del Sifone o di Venere (Pu940) e la Grotta della Guardiola B (Pu1013) che scenograficamente si aprono a sorpresa con uno sviluppo verticale: a rievocare il sacro della bellezza con la loro struttura a cattedrale. Il litorale roccioso renderà il paesaggio quasi “lunare” con rocce puntiformi che la fantasia di ciascuno popola di figure fantastiche. Proseguendo verso nord, il tratto si colorerà della tipica macchia mediterranea (come Myrtus communis, Pistacia lentiscus, Phlomis fruticosa, Capparis spinosa) che profumerà ogni nostro passo. Tra i muretti a secco dei tratturi vedremo spuntare allori, carrubi e lecci.
Giungeremo quindi alla Torre del Nasparo, con le sue possenti mura e la presenza di vecchi pascoli e oliveti. A livello della torre e lungo la falesia si estendono gli antichi pascoli caratterizzati dalle specie degli ambienti aridi e frequentemente soggetti agli incendi come la Scilla marina, la Stipa, il Verbasco e il Barboncino mediterraneo. Giunti a Marina Serra, visiteremo il Porticciolo e la scogliera circostante per farci un bagno rinfrescante e rimetterci sui passi del ritorno.
Dislivello: 150m – Lunghezza: 12km –Durata: 6 ore
 
6° giorno 
Brindisi/rientro nelle città di partenza

Dopo colazione ci dirigeremo verso l’aeroporto di Brindisi. Rientro nelle città di partenza.
Come arrivare:

Volo di linea o low-cost da/per Brindisi.

 

Perché non includiamo il volo?
Perché come forse sai le tariffe aeree cambiano continuamente, e chi prima prenota meno paga. Per includerlo, dovremmo calcolare un costo "prudenziale” che ti impedirebbe di usufruire della miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione. Per questo preferiamo lasciarti libero di accedere alle migliori condizioni possibili. A richiesta, possiamo comunque proporti e prenotare la soluzione più conveniente disponibile per il tuo viaggio.

Meta:
Salento, Puglia
Partenza da:
Roma, Milano, o altre città
Arrivo a:
Brindisi
Alloggio:
Una località, albergo o Bed & Breakfast
Cosa portare:
Zaino da escursione giornaliera, scarponi a suola scolpita e caviglia alta per escursionismo, pile/felpa antivento giromanica, giacca antivento/antipioggia, pantaloni da escursionismo, sopra-pantaloni antipioggia, ghette, torcia, acqua 2l
Trasporti locali:
pulmino o auto a noleggio . NB: mentre il primo veicolo a noleggio sarà condotto principalmente dal ns. accompagnatore, qualora fosse necessario noleggiare più veicoli sarà richiesta la collaborazione dei partecipanti alla guida dei veicoli..
Pasti:
Tutte le prime colazioni, 4 cene (incluse). Tutti i pranzi e una cena (non inclusi).
Data partenza:
Tutto l'anno
 
 

share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza