Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Attività Centro-Sud Italia
5 Dicembre

IL LAGO DI MEZZANO E LA CALDERA DI LATERA

Un salto nell'Età del Bronzo!
Difficoltà: zampazampa
15,00 €
 
Presentazione del viaggio
Proposta escursionistica per gustare in pieno il cuore dell'autunno. Il luogo è veramente sconosciuto ai più. In un’area un tempo dominata dai briganti, dove l’alta Tuscia diventa quasi Maremma, a pochi passi dall’impenetrabile Selva del Lamone, il Lago di Mezzano è un piccolo gioiello di acque pulite che riflettono boschi e pascoli a distesa. Circa centomila anni fa, in un tempo geologicamente molto vicino, al posto del lago c’era un cratere vulcanico che eruttava lunghe colate di lava basaltica. Siamo ai bordi dell’antica caldera di Latera, anch’essa un tempo lago, oggi colmato, non tanto distanti dal Lago di Bolsena. Territori di fuoco plasmati dalle acque, che oggi incantano lo spirito, i sensi e la voglia di conoscenza che è in noi. 
Tipologia:
Escursione a piedi
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
05 Dic 20215 ore15,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
accompagnamento di Guida Ambientale Escursionistica.

La quota non comprende:

trasporti, quanto non indicato nella voce "La quota comprende". 

Proposta, facoltativa, di pranzo in agriturismo con prodotti aziendali a 20 € cad. (antipasto leggero, primo, secondo, contorno, acqua e vino).

NOTA PER IL PAGAMENTO:

In considerazione dell'attuale situazione sanitaria, e anche per evitare eccessivi passaggi di soldi, il pagamento delle escursioni avverrà consegnando alla guida una busta (se non avete una busta va bene un foglio di carta ripiegato) contenente la quota di partecipazione. Sulla busta andranno indicati nomi e cognomi dei partecipanti e la somma contenuta. Chiaramente, consigliamo di prepararla a casa, così evitiamo anche scambi di penne! 

Questa procedura, oltre a essere sicura e semplice, velocizza al massimo i tempi dei pagamenti, ed evita anche la ricerca dei resti, facilitando il lavoro della guida e soprattutto minimizzando le perdite di tempo per i pagamenti dei gruppi!  

 

 Perché camminare con noi?

  • perché ti rilasciamo una regolare ricevuta su ogni escursione, sulla quale paghiamo regolarmente le tasse;
  • perché tutte le nostre guide sono Guide Ambientali Escursionistiche regolarmente iscritte all’AIGAE, l’Associazione Italiana delle Guide Ambientali Escursionistiche;
  • perchè abbiamo una regolare assicurazione di Responsabilità Civile che copre tutte le responsabilità della guida e dell'organizzazione fino a 2,1 milioni di euro;
  • perché ogni partecipante è sempre coperto anche da una Polizza Infortuni (massimali e condizioni presso la Segreteria);
  • perché crediamo nel turismo responsabile e ogni anno devolviamo una parte degli introiti di tutte le nostre attività a Climate Care, per compensare le emissioni di CO2 di ogni attività di Four Seasons Natura e Cultura
  • ...E, soprattutto, perchè ti diverti!

 

Programma:

Inizieremo la giornata con quattro passi nel centro storico di Valentano, per ammirarne le architetture antiche, la bella Rocca e gli affascinanti panorami verso i due bacini contigui della caldera di Latera e del lago di Bolsena. Riprendendo le auto, con pochi km giungeremo al punto di partenza della camminata ad anello. Qui, partendo dall’Agriturismo Fra Viaco, dopo uno sguardo panoramico scenderemo fino alle sponde del lago. Potremo quindi apprezzarne le acque limpide e l’atmosfera silenziosa e agreste che lo circonda. Con un po’ di fantasia potremo anche immaginare come dovesse essere la vita da queste parti nell’Età del Bronzo quando, intorno a 3.500 anni fa, quelle che allora erano le rive, ad una quota più bassa dell’attuale, erano popolate da fiorenti villaggi palafitticoli che hanno lasciato ingenti testimonianze archeologiche. Camminando fra pascoli e boschetti di versante raggiungeremo lo spartiacque settentrionale del bacino, con ampie vedute panoramiche. Lungo la via del ritorno al punto di partenza faremo una nuova deviazione verso le sponde del lago nel folto della vegetazione quasi primigenia che ammanta il versante sud occidentale dello specchio d’acqua. Una volta tornati all’agriturismo ci aspetta un una gustosa proposta di pranzo rurale con prodotti aziendali (facoltativa).  

 

Come arrivare:
IN AUTO DA ROMA: Prendere A1 direzione Firenze, uscire a ORTE. Prendere SS675 in direzione di SR2 Viterbo. Prendere l'uscita per Siena da SS675 su SR2. Prendere svincolo a sinistra su SP7 iin direzione di Marta/Valentano. Continuare si SP8 fino a Valentano.
Meta:
Valentano – lago di Mezzano
Note:

Percorso: strade campestri e sentieri che a tratti possono essere fangosi.

Proposta, facoltativa, di pranzo in agriturismo con prodotti aziendali a 20 € cad. (antipasto leggero, primo, secondo, contorno, acqua e vino).

NOTA COVID: ai sensi delle vigenti disposizioni per l'emergenza da COVID-19, per la partecipazione all'attività è OBBLIGATORIO che ciascun partecipante:

- sia dotato di propria mascherina di comunità, da indossarsi durante le pause o in caso di necessità
- sia dotato di proprio flaconcino di gel disinfettante a base alcolica
- mantenga rigorosamente la distanza interpersonale di 2 metri

La guida si riserva di non ammettere o di escludere dall'attività in qualunque momento il partecipante che non rispetti quanto sopra e/o le disposizioni vigenti.  

Cosa portare:
scarponcini da trekking, abbigliamento adeguato alla stagione, giacca a vento impermeabile, cappello, guanti, zaino, acqua (almeno 1 lt), pranzo al sacco. Kit anti-Covid19 come consigliato.
Pasti:
pranzo al sacco (non incluso)
Curiosità:
Valentano è un grazioso borgo posto sulle pendici dei Monti Cimini, a circa 5 km a ovest dal Lago di Bolsena. Il suo aspetto urbano è molto simile ad altri centri dell’alta Tuscia Viterbese, con le tipiche case in tufo adagiate su verdeggianti colline. L’origine del nome “valentano” è ancora poco chiara, ma l’ipotesi più probabile è che derivi dal nome di un antico possidente della zona di nome “Valente” con l’aggiunta del suffisso -ano che significa “proprietà di”. Valentano, pur non avendo il blasone dei centri più vicini come Civita di Bagnoregio o Bolsena, offre degli interessanti spunti di visita grazie ai suoi numerosi monumenti e agli incantevoli scorci del centro storico. Una delle particolarità del paese sono le numerose chiese presenti all’interno del borgo antico e, in generale, nel suo territorio. Tra quelle più significative segnaliamo la Collegiata di San Giovanni Apostolo ed Evangelista posta vicino la Rocca Farnese, in Piazza della Vittoria e risalente al XII secolo. Di un certo interesse artistico è anche la Chiesa di Santa Maria edificata nel XV secolo ed visibile a metà del corso principale del paese. Passeggiando tra le vie del borgo di Valentano possiamo ammirare altri interessanti edifici storici come il Palazzo del Comune di origine rinascimentale dove nel portico sono presenti gli stemmi di Martino V Colonna e della famiglia Farnese, oltre alla Porta Magenta detta anche “La porta del Mascherone”, realizzata seguendo il disegno del Vignola. Di particolare importanza architettonica è il Palazzo dei Vitozzi su Via Trento e Trieste; si presenta strutturato con finestre incorniciate in pietra vulcanica, sulla facciata vi è lo stemma della famiglia e sugli architravi è inciso il nome di colui che lo costruì: il sacerdote Joannes Vitotius. Infine vale la pena segnalare il Palazzo Cruciani (in via Carlo Alberto) che vide i natali del famoso matematico Paolo Ruffini.

Prenotazioni entro:
le 16:00 di venerdì presso i nostri uffici allo 06 27800984 oppure tramite whatsapp 3534193141. Dopo tale orario, ma comunque entro le 20:00 del giorno precedente l’attività, direttamente con la guida, Filippo Belisario al numero 349 8329352
Data partenza:
05-12-2021
Dislivello:
250m
Lunghezza:
10km
Profilo itinerario:
anello
Appuntamento 1:
Ore 9.30 Valentano, di fronte al bar Devoti, a fianco del distributore Enerpetroli
 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza