Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Yes, week end!
dal 25 al 28 Aprile

DISCESA INTERNAZIONALE DEL TEVERE

Un percorso a tappe per conoscere e apprezzare il nostro fiume e tutto quello che gli ruota intorno
Difficoltà: zampazampa
260,00 €
 
Presentazione del viaggio
La Discesa Internazionale del Tevere è una fantastica manifestazione a carattere turistico - culturale, ecologico-ambientale, eco-sportivo e sociale che ha una storia lunga quasi 40 anni e che coinvolge canoisti, cicloturisti e camminatori. Noi la proponiamo a piedi nelle sue prime tre tappe da Città di Castello a Deruta; la discesa poi prosegue e in 7 giorni entra a Roma attraversando tutta la città.
Il Tevere ha rappresentato nell'Italia Centrale la più antica via di comunicazione, quella via che, ancor prima delle strade, ha consentito l’insediamento di villaggi e favorito lo scambio di merci e informazioni fra culture diverse. Nel tipico paesaggio collinare della Valle del Tevere, il fiume scorre tra storiche cittadelle arroccate sui poggi, che vedremo e valorizzeremo da una prospettiva diversa, quella del fiume. E poi c’è il contatto con la natura, bella e selvaggia, che cambia sotto i nostri piedi e i nostri occhi, come cambia il fiume, il paesaggio, i panorami, la gente, i profumi, i colori e anche i sapori: mangiamo prodotti a km0, spesso cucinati come si faceva un tempo.
Un modo inedito, interessante e divertente per rivivere il mondo del Tevere in tutti i suoi aspetti. Seguiremo quindi il corso del fiume a piedi, almeno fin dove è possibile, in compagnia dei cicloturisti con cui condivideremo a tratti il percorso; ci divertiremo a vedere tanti amici in acqua in canoa e in sup che affrontano le rapide del Tevere. Ceneremo ogni sera insieme a tutti apprezzando la cucina e i prodotti locali, dormendo in agriturismo o Abbazie. Visiteremo musei e centri documentali che si incontrano lungo il fiume e che sono importanti per mantenere viva la sua memoria.
Un modo unico per conoscere il paesaggio, la sua natura, la sua gente e i suoi prodotti.
Tipologia:
week end escursionistico di gruppo con guida
Cosa facciamo:
Le escursioni sono di facili, accessibili a tutti coloro che sono abituati a camminare per distanze approssimative di 10/12 km. Il fondo è misto: sterrato, bosco, asfalto (in borgo e prossimità).
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
25 Apr 20184 giorni/3 notti260,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
Sistemazione in agriturismo e B&B, il trasporto in pullman, tutte le prime colazioni (di cui una esterna presso "Sora Rosa", tutte le cene, pernottamento in camere a più letti condivise e in camerate a Narni; biglietto di ingresso al Museo CAMS; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica

La quota non comprende:
Biglietto di treno per il rientro a Roma il 28/4; tutti i pranzi, i pasti non espressamente inclusi e le bevande; le entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti se non inclusi; quanto non contemplato nella voce “La quota comprende”.
 
Per info, dettagli e prenotazioni, rivolgersi a:
SEGRETERIA ROMA – Tel. 06.27800984 – infoviaggi@fsnc.it
Dal lunedì al venerdì, 09:00-13:00 e 15.00-19:00, il sabato 09:00-13:00
 
Programma:
25 aprile 2018 – Roma / 1° tappa: Città di Castello - Umbertide

Ritrovo per la partenza a Roma, Stazione termini. Partenza ore 7 con il pullman, con arrivo previsto per le ore 10 a Città di Castello passando per Umbertide. Preparazione pranzo al sacco.
La prima tappa, di circa 10 km, scende quasi interamente lungo il fiume che ha un aspetto molto diverso da quello che siamo abituati a conoscere in città.
Nel pomeriggio, visiteremo la Mola Casanova, un antico mulino ad acqua che affianca la Centrale Idroelettrica sul Tevere ed oggi anche Parco Scientifico Didattico per le Energie Rinnovabili e la Natura. Visiteremo le grandi sale dell’antico mulino dove sono collocati strumenti antichi e allestimenti a tema che ci catapulteranno indietro nel tempo nella vita dei mugnai. Visitando la sala dell’energia e il Parco attrezzato esterno invece faremo un salto nel futuro delle rinnovabili e ci si potrà divertire con singolari macchinari che sfruttano le leggi della fisica per produrre effetti interessanti. La sala naturalistica, che mostra gli animali più interessanti della zona, le specie vegetali più caratteristiche e la geologia del luogo ci faranno entrare in contatto diretto con la natura locale.
E infine la mostra fotografica permanente “La riva del fiume” con foto d’epoca, dal 1900 ad oggi che illustrano l’evoluzione della vita lungo il Tevere.
In serata cena con prodotti a km 0 con canoisti e cicloturisti e pernotto in agriturismo/affittacamere.

26 aprile 2018 – 2° tappa: Umbertide - Pretola

Cominceremo la giornata con una colazione “strepitosa” sul fiume dalla Sora Rosa, madrina della Discesa Internazionale del Tevere da più di 15 anni, con dolci di tutti i tipi, bruschette, salsicce, uova: un banchetto infinito per fare il pieno di energia per dare inizio alla tappa Umbertide – Pretola di ca. 10 km, dopo aver visto la partenza delle canoe.
Nel primo pomeriggio visita del Centro di Documentazione dell’"Ecomuseo del fiume e della torre" a Pretola.
L’ecomuseo nasce dal sogno che l’Associazione omonima ha voluto realizzare per dare valore al patrimonio culturale e naturalistico del territorio attraversato dal fiume Tevere. Senza le pareti di un museo vero e proprio, in un’area compresa tra i comuni di Perugia e Umbertide, l’ecomuseo racchiude tutta la memoria storica, culturale e naturale di queste zone con l’obiettivo di proteggerla e promuoverla.
Il cuore di questo progetto è il piccolo borgo di Pretola vicino Perugia, sede anche del Centro di Documentazione in cui viene raccolto tutto il materiale utile per lo studio e la valorizzazione della cultura nata lungo le sponde del Tevere, dei mestieri dimenticati e dell’ecosistema del fiume, che visiteremo sotto la guida attenta ed esperta di uno dei numerosi volontari dell’Associazione.
Subito dopo ripercorreremo l'"antico sentiero delle lavandaie": il circuito, di ca. 10 km, è ad anello, o meglio "a racchetta" e si snoda tra il Sentiero delle Lavandaie tra Pretola e Porta Pesa e la via del Favarone sotto Monteluce.
Cena con canoisti e cicloturisti con prodotti a km 0. Pernotto in agriturismo.

27 aprile 2018 – 3° tappa: Pretola - Sant’Angelo di Celle


La tappa di oggi, di circa 10 km, ci porterà da Pretola a Sant’Angelo di Celle; lungo il percorso si alternano tratti di parco cittadino a tratti più selvaggi, quasi single track.
Nel pomeriggio visita della Galleria di Storia Naturale CAMS (Centro d’Ateneo per i Musei Scientifici) a Casalina (Deruta). Grazie all’opera del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (CAMS) dell’Università degli Studi di Perugia e ad alcuni finanziamenti UE, l’intero patrimonio scientifico-naturalistico dell’Ateneo ha potuto godere di
interventi di recupero e valorizzazione con la recente istituzione nel febbraio del 2010 della Galleria di Storia Naturale di Casalina. All’interno, sono state collocate tutte le più importanti collezioni naturalistiche (geologiche e mineralogiche, paleontologiche, botaniche e zoologiche, etnografiche) dell’Università degli Studi di Perugia che ci permetteranno di approfondire ulteriormente il territorio.
Trasferimento in pullman all’abbazia di Narni, visita dell’abbazia che è a nostra completa disposizione!
Cena con canoisti e cicloturisti con prodotti a km0 e pernotto in camerate in abbazia.

28 aprile 2018 – Sant’Angelo di Celle / Roma

Saluto ai canoisti e ai cicloturisti che continuano la loro discesa verso Roma.
Visita al Solarium delle Mole, alla Villa Romana e al mulino di Alvaro Caponi, pittore e docente che ci aprirà la sua bellissima casa-parco alle gole del Nera.
Trasferimento in pullman alla stazione di Narni e da lì ritorno libero verso i luoghi di provenienza.
Come arrivare:

25-27 aprile 2018: trasferimento in pullman da Roma Termini a Città di Castello e pullman a disposizione per gli spostamenti locali (incluso nel pacchetto)

28 aprile 2018: treno da Narni a Roma Termini (biglietto non incluso)
Partenza da:
Roma
Alloggio:
agrituriso, B&B, antica abbazia
Note:
Cosa portare: Scarponcini da trekking o comunque scarpe comode da camminata, pile o felpa, k-way o mantellina, abbigliamento comodo e pratico, pantaloni lunghi, borraccia, zaino per pranzo al sacco e poche altre cose utili, cappellino, occhiali da sole e crema solare protettiva, tazza/bicchiere, set di posate. La Discesa del Tevere è all'insegna del non utilizzo della plastica e quindi nelle cene si invita ad avere la propria tazza e le proprie posate. Saranno comunque in vendita in loco bicchieri in alluminio con il logo della Discesa e kit di posate– (bicchiere: 5€ - kit di posate:5€).
Curiosità:

Per avere maggiori informazioni sulla Discesa Internazionale del Tevere, consultare il seguente link:www.discesadeltevere.it


Prenotazioni entro:
prenotazioni entro il 15/04/2018, con versamento dell’intero importo.
Data partenza:
25-04-2018
 
 

share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
Discesa Internazionale del TevereDiscesa Internazionale del TevereDiscesa Internazionale del Tevere

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza