Cerca il tuo viaggio
 
Crea il tuo viaggio

Area download

Seguici anche su:

La Riserva Naturale Regionale Monterano

Carta d'Identità della Riserva Naturale Monterano
Regione: Lazio; provincia: Roma; comune: Canale Monterano; anno di istituzione: 1988; estensione: 1085 ettari circa; area geografica: tra i Monti della Tolfa e i Monti Sabatini.  

Cosa facciamo: servizio guide Riserva Monterano
Grazie alle nostre esperte guide, tutte appartenenti all’AIGAE (associazione italiana guide escursionistiche) garanzia di professionalità e di alta specializzazione in una varietà di settori quali l’etnologia, le tradizioni, la storia, l’archeologia, la geologia, la flora e la fauna, FOUR SEASONS organizza all’interno della Riserva Naturale Regionale Monterano, nel Lazio, molte attività dedicate sia ai grandi che ai più piccini.

Le nostre guide vi aiuteranno a conoscere il territorio e le sue caratteristiche storiche, naturali e culturali accompagnandovi in piacevoli passeggiate nei sentieri della riserva oltre ad organizzare escursioni geologiche per studiare le rocce ed osservare il fenomeno del vulcanismo nell’area.

Per gli studenti abbiamo pensato inoltre a visite didattiche guidate nell’arco di tutto l’anno, divertenti osservazioni naturalistiche (come ad esempio il biomonitoraggio degli invertebrati, birdwatching ecc..), programmi di educazione ambientale ma anche simpatici giochi per trascorrere del tempo in allegria ed immersi nella natura. 

GUARDA IL PROGRAMMA "MONTERANO PER LE SCUOLE" 

Per i mesi estivi organizziamo i campi estivi Giorniverdi rivolti ai ragazzi delle locali scuole dell’obbligo. I campi, condotti dai nostri operatori, costituiscono un estensione dei programmi educativi svolti durante il corso dell’anno scolastico, consentendo ai ragazzi una più approfondita conoscenza del loro territorio, sviluppando la socializzazione e, nel contempo, offrendo un importante servizio alle famiglie locali.

Four Seasons Natura e Cultura è anche autore della prima guida storica e dei sentieri della Riserva Naturale Monterano.

Qualche curiosità sulla Riserva...
La Riserva Naturale Regionale Monterano è situata nel corso medio-alto del fiume Mignone, a nord-ovest di Roma in un'area compresa fra i rilievi collinari dei Monti della Tolfa e l'apparato eruttivo dei Monti Sabatini. La sua estensione è di 1.100 ha circa e il suo ambiente è quello tipico del paesaggio della Tuscia Viterbese, costituito da profondi valloni incisi nelle coltri tufacee legate all'attività vulcanica della zona e da ampi pianori sommitali utilizzati a pascolo.

La posizione "a cavallo" tra i Monti della Tolfa e l'area sabatina consente al territorio della Riserva Naturale di offrire aspetti rappresentativi di ambienti caratteristici di entrambi i comprensori. Al primo appartengono senz'altro i vasti pascoli ad asfodelo su terreni sedimentari calcareo-marnosi, mentre alla presenza di spesse coltri di tufo dell'apparato vulcanico sabatino si devono le profonde forre incise dal fiume Mignone e dal suo affluente Bicione. Le valli di questi due corsi d'acqua delimitano un alto sperone tufaceo da cui emergono le rovine dell'antica città di Monterano. Sorgenti minerali, termominerali ed emissioni gassose rimangono a testimonianza dell'antica attività vulcanica della zona.

La flora
Tra le rovine della città di Monterano, compresa nel territorio della riserva, prospera una rigogliosa vegetazione a leccio, carpino, sambuco ed edera che evoca paesaggi esotici, mentre le pareti a strapiombo delle forre sono coperte da una formazione mediterranea con fillirea, erica, leccio e corbezzolo.. Gran parte della Riserva è costituita da vasti boschi cedui a querce quali il cerro e la roverella, associate a carpino bianco, acero campestre e orniello. Molte aree, da tempo disboscate, sono dominate da estesi pascoli in cui permangono macchioni di piante resistenti agli animali quali ginestra dei carbonai, rosa canina, biancospino,e prugnolo.

La fauna
La varietà degli ambienti e il fatto che la zona sia stata destinata a tutela faunistica anteriormente all'istituzione della riserva naturale fanno si che le presenze faunistiche siano di notevole interesse. Tra i mammiferi sono presenti il gatto selvatico, il tasso, la martora ed è stato segnalato l'avvistamento di qualche esemplare di lupo. Più numerosi sono l'istrice, la volpe, la donnola, la faina, il riccio. La lepre, per lo più immessa in aree limitrofe a scopo venatorio, frequenta i pascoli e le siepi. Anche il cinghiale è presente molto numeroso, proveniente esclusivamente da introduzioni venatorie che hanno praticamente cancellato l'originale razza italica. L'elenco degli uccelli rapaci è molto ricco e comprende l'astore, la poiana, il biancone, il nibbio reale, il nibbio bruno, il gheppio, l'albanella minore e, come presenza del tutto occasionale, il capo vaccaio. Tra le altre specie avifaunistiche, la ghiandaia marina nell'ambiente delle forre, il gruccione, la quaglia e il passero solitario nelle zone aperte, il martin pescatore, la gallinella d'acqua e il porciglione negli ambienti fluviali, la ghiandaia, l'upupa ed il picchio verde nelle zone boscose. Numerosi anche i rapaci notturni che nidificano nei vecchi tronchi e tra le rovine: tra essi il gufo comune, il barbagianni, l'allocco e la civetta. Infine, tra i rettili, sono presenti la testuggine comune, il biacco, la vipera comune e la luscengola.

Testimonianze storiche
A Monterano numerosi reperti archeologici e monumenti di particolare valore artistico testimoniano la presenza dell'uomo dall'Eneolitico (2.000 a.C.) fino al 1799, quando il paese, saccheggiato e distrutto dalle truppe francesi, fu definitivamente abbandonato. Tra le rovine del centro abitato di Monterano si possono osservare i resti del Convento di San Bonaventura, costruito su progetto del Bernini, del Palazzo Altieri, anch'esso ammodernato sui disegni dello stesso architetto, di una fontana monumentale alimentata da un imponente acquedotto a doppio ordine di arcate situato all'ingresso del paese.

 

 

 

Per saperne di più sulla Riserva Monterano:monteranoriserva.it



Per le scuole: 

scarica il nostro programma



Per richiedere una guida per la Riserva Naturale Monterano:

fai click qui 


share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus