PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI- SPECIALE FERRAGOSTO

Natura selvaggia nei monti e nei boschi tra Toscana e Romagna

PARCO NAZIONALE DELLE FORESTE CASENTINESI- SPECIALE FERRAGOSTO
Cultura
Montagna
Natura
Trekking
Viaggi confermati

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO

Il Casentino è stata terra di poeti, di santi e di valenti uomini di stato; qui Michelangelo Buonarroti, Dante e D’Annunzio trovarono rifugio e ispirazione per le loro opere e San Francesco d’Assisi vi ricevette le stimmate. Un territorio vastissimo dove sono conservate alcune delle foreste più antiche e spettacolari della penisola: la storia di queste foreste è legata fortemente alla presenza di luoghi di culto quali Camaldoli e il suo eremo, in quanto furono proprio i monaci camaldolesi i primi a proteggere i boschi ricoperti di abeti bianchi e faggi. 
In queste grandi aree fittamente ricoperte da alberi maestosi e spesso centenari, trova riparo una ricca fauna che, con un pizzico di fortuna, non è mai troppo difficile avvistare: cervi, caprioli, daini e cinghiali sempre più numerosi grazie alla protezione dell’area, nonché il lupo, vero padrone di questi luoghi. Le escursioni che vi proponiamo ci portano proprio a percorrere i sentieri un tempo frequentati da pellegrini e tagliaboschi, consentendoci di scoprire alcuni dei luoghi più caratteristici e suggestivi del parco.

IL NOSTRO VIAGGIO

COME: viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 6 max. 18 partecipanti)

COSA FACCIAMO: escursioni a piedi; visite di luoghi storici, avvistamento tracce; scoperta di eremi e monasteri; enogastronomia locale.
Dettagli sulla scala di difficoltà sono riportati sul ns. catalogo, sul ns. sito o cliccando QUI

DOVE DORMIAMO: albergo a gestione familiare a Badia Prataglia.

PASTI INCLUSI: pensione completa (pranzi al sacco); bevande incluse durante le cene (acqua e ¼ di vino a persona inclusi).
PASTI NON INCLUSI: un pranzo .

TRASPORTI LOCALI: auto propria: (riduzione di eur 60,00 sulla quota viaggio e non richiesto versamento del contributo trasporti).
Per coloro che arrivano in treno: utilizzo di auto o minivan a noleggio (incluso nella quota). E’ richiesto un contributo trasporti di Eur 50,00 a persona da versare direttamente alla guida al vostro arrivo, a copertura delle spese di trasporto, eventuali pedaggi e parcheggi.
 

COME SI RAGGIUNGE

Mezzi propri o treno (arrivo e partenza stazione FS di Arezzo)

Inizio viaggio: gruppo 12-16 agosto - arrivo con auto propria: ore 12:35 direttamente in hotel //arrivo in treno: ore 11:30 stazione FS di Arezzo //gruppo 16-20 agosto - arrivo con auto propria: ore 18:00 direttamente in hotel //arrivo in treno: ore 16:00 stazione FS di Arezzo

Fine viaggio: per entrambi i gruppi: ore 14:30 circa per coloro che utilizzano l'auto propria // ore 16:00 circa alla stazione FS di Arezzo, per coloro che utilizzano il treno (considerare la partenza del treno di rientro a partire dalle 16:30).

SCHEDA VIAGGIO DETTAGLIATA

Programma

Giorno 1
PASSO DELLA CROCINA - MONTE PENNA

GRUPPO 12-16 AGOSTO
Arrivo e rapida sistemazione in hotel. Inizio dell’escursione. Per comodità ci sposteremo con le auto in località Il Capanno, circa 2 km a nord ovest di Badia Prataglia. Da qui partiremo attraverso boschi di faggio e foreste di abeti salendo fino al crinale che divide la Toscana dalla Romagna. Un breve tratto in discesa e sconfineremo in Romagna per raggiungere la cima del Monte Penna, un balcone naturale sui ripidi versanti e la vasta pianura sottostante.

GRUPPO 16-20 AGOSTO: BADIA PRATAGLIA
Incontro nel pomeriggio con la guida ed il resto del gruppo. Assegnazione delle camere riservate. Breve passeggiata per il Borgo di Badia Prataglia e aperitivo di benvenuto, durante il quale la nostra guida illustrerà il viaggio e le attività previste.
Cena e pernottamento in hotel.
Cena e pernottamento.

Giorno 2
EREMO E MONASTERO DI CAMALDOLI

Da Badia Prataglia raggiungeremo a piedi Il Capanno e il passo dei Fangacci, per poi attraversare Prato alla Penna e dirigerci verso il Sacro Eremo, camminando sotto le fitte abetine dei monaci camaldolesi, luoghi di assoluta spiritualità. All’Eremo saremo accolti da uno dei pochi monaci rimasti, che ci accompagnerà in visita al silenzioso complesso monastico, abitato ininterrottamente da quasi mille anni. Nel pomeriggio scenderemo al Monastero di Camaldoli, 300 metri più in basso, posto quasi a baluardo e difesa del soprastante polo eremitico. Qui visiteremo la foresteria con i suoi chiostri, la chiesa con bellissimi dipinti del Vasari e, soprattutto, l’antichissima farmacia e spezieria.

Giorno 3
LA FORESTA DELLA LAMA

L'escursione di oggi è una delle più belle e complete che si possano fare nel parco, si svolge quasi interamente sul versante romagnolo e ha come meta il pianoro della Lama, circondato da montagne impervie ricoperte dalla porzione più naturale e integra delle Foreste Casentinesi. Luoghi remoti e silenziosi, raggiungibili praticamente solo a piedi costeggiando fossi quasi sempre ricchi di acqua, che nei tempi geologici hanno inciso profonde e spettacolari gole. Man mano che si scende in quota e ci si avvicina al fondovalle della Lama, la consueta vegetazione a faggi e abeti lascia spazio ad interessantissime consociazioni forestali con carpini, aceri, castagni, tigli e cerri, ma anche ad arbusti altrove non così abituali come il maggiociondolo o l'agrifoglio. Nei prati fioriscono piante di provenienza alpina come la genziana o il croco, assieme ad altre di natura più appenninica (anemoni, ranuncoli, orchidee). In questo contesto magico può non essere difficile avvistare daini, caprioli o cervi... Insomma un paradiso primigenio dove sostare in rispettoso silenzio e gioire della magnificenza e diversità della natura.

Giorno 4
IL CRINALE APPENINICO E POGGIO SCALI

Dal piazzale dell’eremo di Camaldoli saliremo nel silenzio degli abeti dei monaci, rotto solo dal vento di ponente, fino al crinale appenninico che raggiungeremo in località “Gioghetto” (il termine gergale “giogo”, molto usato in ambito alpino e dell’Appennino settentrionale, significa valico montano o anche sommità di un monte). Da qui proseguiremo su un’articolata e antichissima pista forestale di crinale, un tempo molto frequentata per gli spostamenti in quanto più sicura dei fondivalle… sembra che di qui passò anche Ludovico Ariosto. Quando la pista diverrà sentiero saremo nelle vicinanze di Poggio Scali, uno dei più alti e suggestivi punti panoramici del Parco. Ripercorreremo i nostri passi fino a scendere verso la sella di Battilocchio e l’Eremo.

Giorno 5
LA FORESTA E LA VERNA

Dopo la dopo colazione lasceremo le camere e l’albergo per spostarci con le auto nella zona del Santuario Francescano de La Verna. La distanza in auto è di circa 20 km (30 minuti) e la strada attraversa paesaggi di intensa suggestione geologica. Giunti in località La Beccia saliremo a piedi al santuario, posto su un isolato altopiano roccioso a dominio delle valli circostanti, per una breve visita guidata. Ci incammineremo poi lungo un percorso ad anello che, attraversando boschi sacri a faggio e abete, borda dall’alto le rupi dell’altopiano, fino a giungere al monte Penna (1283 m slm), da cui godremo di intensi panorami mozzafiato sulle colline verso il confine romagnolo.
Alla fine dell’escursione riprenderemo le auto e rientreremo verso i luoghi di provenienza.

SERVIZI INCLUSI, SUPPLEMENTO SINGOLA ED EVENTUALI SPESE EXTRA

QUOTE BASE IN CAMERA DOPPIA: matrimoniale o doppia condivisa, con altri partecipanti dello stesso sesso. Vedi anche note sulla scheda viaggio.

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA:  € 120,00 (su richiesta e a disponibilità limitata).

LA QUOTA COMPRENDE: pernottamento in hotel, in camere doppie con servizi privati; pensione completa (con pranzi al sacco), dal pranzo del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo; bevande durante i pasti (acqua e ¼ di vino a persona); auto o minivan a noleggio condotto dalla nostra guida (massimo 8 persone) a copertura dei trasporti previsti durante il tour; trasferimenti da/per la stazione di Arezzo (massimo 8 persone); assistenza di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata del viaggio. 

LA QUOTA NON COMPRENDE: spese di apertura pratica (vedi sotto); 1 pranzo giorno; contributo trasporti (eur 50,00 solo per coloro che utilizzano il minivan); le eventuali entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".

SPESE DI APERTURA PRATICA: € 20,00 obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.
 

INFORMAZIONI GENERALI E ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO

NOTE: la quota è basata sulla sistemazione in doppia (sistemazione in camera singola su richiesta con supplemento).
Per coloro che viaggiando da soli richiedono comunque la sistemazione con altro/a partecipante, sarà assegnata la camera doppia in condivisione. Qualora però, a ridosso della partenza, l’abbinamento non si fosse completato, si procederà all’assegnazione della camera singola con relativo supplemento.

IMPORTANTE! ANNULLAMENTO VIAGGIO. In caso di annullamento, fare riferimento alle “Condizioni Generali” del pacchetto di viaggio.

ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO VIAGGIO E TUTELA PER ANNULLAMENTI CAUSA COVID. Non è inclusa nella quota, ma è possibile stipularla con un costo del 5% circa del totale dell’importo assicurato. Richiedi comunque il preventivo effettivo. L’assicurazione potrà essere stipulata esclusivamente al momento della prenotazione  del viaggio. Richiedici l'opuscolo informativo completo o clicca qui

VALIDITA’ DELLE INFORMAZIONI: tutte le informazioni riportate su queste pagine sono indicative e sono un estratto di quelle riportate in modo esaustivo sulla Scheda Tecnica del viaggio, che costituisce la descrizione ufficiale del viaggio e alla quale si prega di fare esclusivo riferimento.

LA VOSTRA GUIDA

Guida ambientale escursionistica laureata in geologia con successiva specializzazione in conservazione della natura e delle aree protette. Si occupa di turismo naturalistico, formazione ambientale, educazione alla sostenibilità. Parla bene inglese e francese, ha esperienza nella redazione di guide territoriali, per adulti o per bambini (ad es. ai parchi, ai musei naturalistici del Lazio, ecc.). Pensa che per far apprezzare in maniera coinvolgente un territorio una guida ambientale debba stimolare un approccio curioso, sensoriale e di scoperta verso tutte le sue componenti.

Lingue: Inglese, francese

Competenze: geologia e natura in generale, educazione ambientale.

Iscritto nel Registro Italiano Guide Ambientali Escursionistiche n° LA206

Anni di esperienza: 30

Filippo Belisario
Filippo Belisario

Ti potrebbero interessare anche...

ANDALUSIA E CAMINITO DEL REY

ANDALUSIA E CAMINITO DEL REY

01/11 - 09/11
a partire da € 1.630,00
PICOS DE EUROPA

PICOS DE EUROPA

22/09 - 29/09
a partire da € 1.050,00
Cerca il tuo viaggio