ISOLA D'ELBA E PIANOSA

Un viaggio itinerante fra mare, monti e borghi antichi

ISOLA D'ELBA E PIANOSA
Avventura
Natura
Trekking
Viaggi confermati

PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO

Navigando per il Tirreno alla ricerca del vello d'oro, gli Argonauti approdarono su un’isola chiamata Aethalia. Sbarcati nella zona delle Ghiaie, in seguito denominata Argo, gli eroi si detersero il sudore con i ciottoli candidi e porosi della spiaggia, macchiando i sassi di gocce nero-blu e rendendoli così caratteristici e unici al mondo. Secondo la leggenda l’isola chiamata Aethalia altro non era che l’Isola d’Elba!
L’isola d’Elba è la più grande delle isole dell’Arcipelago Toscano e terza isola italiana per dimensioni. È considerata un patrimonio prezioso per geologi, naturalisti e botanici a livello internazionale, grazie alla sua conformazione geologica e alla sua particolare posizione geografica. Se a tutto questo aggiungiamo lo charme e l’esclusività di un territorio ricco di storia e civiltà, otteniamo un mix perfetto di natura e cultura, proprio come piace a noi!
Dopo un primo assaggio di storia e gastronomia elbana, ci dedicheremo all’esplorazione dell’isola a piedi, attraverso l’ottima e ben sviluppata rete sentieristica inserita in gran parte all’interno del Parco Nazionale Arcipelago Toscano, che ci permetterà di toccare i principali centri abitati e i luoghi più interessanti dal punto di vista storico e naturalistico, lasciando solo le impronte dei nostri passi. 
L’itinerario alternerà tappe più o meno impegnative, con dislivelli di livello medio, incrociando a più riprese la Grande Traversata Elbana, ad altre più semplici e rilassate. Ci troviamo in una delle isole più belle del Mediterraneo; quindi, ci sembra il minimo poter godere anche delle incantevoli spiagge e del mare cristallino, esplorando i fondali con maschera, pinne e boccaglio. Un passaggio continuo tra mare e monti che ci stupirà in continuazione per i suoi paesaggi mutevoli, per la ricchissima e profumatissima macchia mediterranea, per antichi resti risalenti al periodo etrusco e romano, alternati ad altri appartenenti a epoche più recenti, nonché per l’accoglienza e l’ospitalità degli abitanti dell’isola.

IL NOSTRO VIAGGIO

COME: trekking itinerante di gruppo con guida Four Seasons e trasporto bagagli (min. 5 max. 15 partecipanti)

COSA FACCIAMO: trekking itinerante nella macchia mediterranea; spiagge e snorkeling; escursioni in barca; visite ad antichi borghi e alle ex miniere di ferro.

Dettagli sulla scala di difficoltà sono riportati sul ns. catalogo, sul ns. sito o cliccando QUI

DOVE DORMIAMO: hotel, ogni notte in una struttura diversa (solo una volta si dormirà per due notti nella stessa struttura)

PASTI INCLUSI: trattamento di pernottamento e prima colazione
PASTI NON INCLUSI: tutti i pasti (pranzi al sacco durante le escursioni)

TRASPORTI LOCALI: fine viaggio a Portoferraio, transfer di rientro Portoferraio - città di residenza (non incluso)

COME SI RAGGIUNGE

Treno o mezzi propri per Piombino (non inclusi)

Scheda dettagliata del viaggio

Programma

Giorno 1
PORTOFERRAIO

Partenza dalla città di provenienza con treno o mezzi propri fino a Piombino e traghetto per Portoferraio.
Arrivo in autonomia in hotel e sistemazione nelle camere assegnate.
Incontro con la guida, relax e nel pomeriggio passeggiata per il centro storico. Capoluogo dell’isola e città dalle origini antichissime, Portoferraio conserva ancora il suo antico fascino rinascimentale. Visiteremo dall’esterno i bastioni, le fortezze medicee e la darsena di quello che fu considerato il porto più sicuro al mondo persino dall'ammiraglio Nelson.
Cena e pernottamento a Portoferraio.

NB Per regolamento internazionale le camere sono disponibili a partire dal primo pomeriggio. È facoltà dell’hotel assegnarle prima nel caso in cui fossero già disponibili e preparate.

Giorno 2
PORTOFERRAIO - PROMONTORIO DELL’ENFOLA - VITICCIO

Dopo la prima colazione, lasceremo Portoferraio e cominceremo il nostro trekking lungo un primo tratto collinare, caratterizzato da boschi termo-mediterranei a dominanza di leccio. Percorreremo un tratto della GTE (Grande Traversata Elbana), che torneremo a incrociare più volte nel corso del nostro viaggio.
Faremo una sosta per il pranzo alla spiaggia di Sansone, una delle più belle e suggestive dell’isola, dove i meni freddolosi potranno fare un primo bagno.
Ripartiti, raggiungeremo in breve Capo Enfola, un promontorio unito al resto dell’isola da uno stretto istmo di terra.
L’anello intorno al capo rappresenta uno degli itinerari più suggestivi dell’isola, ricco di elementi naturalistici e testimonianze storiche risalenti alla Seconda Guerra Mondiale.
Chiuso l’anello, raggiungeremo il nostro hotel sul golfo di Viticcio, affacciato su una delle spiagge più incontaminate dell’isola, per un meritato tramonto sul mare. Cena e pernottamento in hotel o in un ristorante nelle immediate vicinanze dell'hotel.

Giorno 3
VITICCIO - MARCIANA MARINA

Oggi i nostri passi saranno accompagnati dalla presenza costante del mare, che nei momenti più caldi non mancherà di alleviare le nostre fatiche grazie a un bel tuffo rigenerante. Lasceremo il golfo di Viticcio e ci incammineremo lungo il piacevole Percorso della Salute, fiancheggiando alcune tra le baie più belle e appartate dell’isola, raggiungibili soltanto via mare o a piedi, camminando letteralmente a filo d’acqua cristallina. Abbandoneremo momentaneamente la costa per intercettare la GTE all’altezza di Colle di Procchio, camminando con lo sguardo continuamente perso tra mare e monti. Saliremo dolcemente fino a Monte Castello, da dove potremo ammirare il panorama sul Golfo di Campo. Raggiungeremo infine il centro di Marciana Marina, il comune più piccolo della Toscana, dalle origini antichissime, che conserva ancora l’atmosfera di un piccolo borgo di pescatori.
Check-in in hotel, cena in centro a Marciana Marina e pernottamento.

Giorno 4
MARCIANA MARINA - MONTE CAPANNE - MARINA DI CAMPO

Dopo una ricca colazione, prenderemo il bus per l’antico borgo di Marciana Alta. Situato a quota 375 m, è il centro abitato più alto dell’Isola ed uno dei più antichi, attraversato da suggestivi vicoli. Imboccheremo poi un sentiero in salita, che nella parte più prossima alla cima diventerà molto roccioso e impegnativo, per raggiungere la cima del Monte Capanne, la vetta più alta dell’Elba (1019 m).
Da qui la vista spazia su tutta l’isola a 360° e nelle giornate più nitide consente di spingersi con lo sguardo fino alle lontane isole dell'arcipelago: Pianosa, Capraia, Montecristo, Gorgona e addirittura la Corsica.
Con occhi e cuore pieni di meraviglia, intraprenderemo una lunga discesa lungo la GTE, durante la quale, con un po’ di fortuna, potremo avvistare qualche muflone mimetizzato tra le rocce granitiche o il volo maestoso di qualche rapace.
Raggiunte le pendici del Monte Perone, attraverseremo il Santuario delle Farfalle, area dove è stata registrata la presenza di circa 50 specie di lepidotteri. Ancora in discesa, raggiungeremo poi il centro di San Piero, un vero e proprio museo mineralogico a cielo aperto, famoso per le sue cave di granito, presenti già in epoca romana. Un ultimo sforzo e raggiungeremo Marina di Campo, per un tuffo rigenerante presso la spiaggia di sabbia fine dorata più lunga dell’Isola d’Elba.
Check-in in hotel, cena e pernottamento.

N.B. Per chi fosse troppo stanco, è quella di prendere un taxi da San Piero fino all’hotel a Marina di Campo.

Giorno 5
MARINA DI CAMPO - ISOLA DI PIANOSA - MARINA DI CAMPO

Oggi lasceremo le gambe (quasi) a riposo e ci dedicheremo alla scoperta della meravigliosa isola di Pianosa, che raggiungeremo in barca da Marina di Campo. Tra le isole dell'Arcipelago Toscano, è quella più vicina all'Elba e deve il nome al suo territorio quasi totalmente pianeggiante. La pressoché totale inaccessibilità fino alla fine degli anni ‘90, dovuta alla presenza di un carcere di massima sicurezza, ha mantenuto inalterato il patrimonio naturalistico dell’isola, che oggi continua a essere tutelato come riserva naturale.
Durante il trekking potremo osservare l’abbondante avifauna: lungo le coste nidificano specie protette come le berte ed il gabbiano corso, il gabbiano più raro al mondo. Immancabile una sosta rigenerante presso Cala Giovanna, unica spiaggia accessibile ai visitatori dell’isola, le cui acque cristalline ci trasporteranno in un’atmosfera caraibica. Rientrati a Marina di Campo, avremo del tempo a disposizione per un po’ di relax. Cena e pernottamento.

N.B. A Pianosa, durante il periodo primaverile, sono molto diffuse le zecche. Si tratta di una specie autoctona meno pericolosa e dalle dimensioni molto più grandi rispetto alle classiche zecche dei nostri ambienti montani. Si consiglia pertanto di indossare pantaloni lunghi e di dotarsi di un repellente da spruzzare prima dell'inizio dell’escursione.

Giorno 6
MARINA DI CAMPO - RIO MARINA

Dopo colazione partiremo a piedi dall’hotel per perlustrare la costa in direzione della spiaggia di Fonza. I panorami mozzafiato e i profumi della macchia mediterranea saranno i protagonisti del nostro percorso.
Trasferimento in hotel a Rio Marina e tempo a disposizione per check-in in hotel e pranzo. Dedicheremo il pomeriggio alla visita guidata del museo e delle ex miniere di ferro di Rio Marina. Saremo sorpresi di osservare un paesaggio totalmente diverso rispetto a quello chiaro e granitico della costa occidentale. Il versante orientale dell'isola, denominato Costa che brilla, è infatti caratterizzato dalla presenza delle ex miniere di ferro, che fino agli anni ’80 venivano utilizzate per l'escavazione e il trasporto del minerale ferroso che, ancora oggi, con il suo luccichio e la classica colorazione rossastra, ne caratterizza un po' tutto il territorio.
Rientro in hotel nel tardo pomeriggio, cena e pernottamento.

Giorno 7
RIO MARINA - NAREGNO

Dopo un paio di giornate più soft, è giunta l’ora di riprendere il cammino. Lasceremo Rio Marina, salendo e addentrandoci nuovamente nella macchia mediterranea fino all’eremo di Santa Caterina. In seguito a misteriose e miracolose apparizioni della Santa, l’eremo divenne luogo di pellegrinaggio, visitato in particolare dai marinai in segno di ringraziamento per i pericoli scampati in mare. Oggigiorno, l’eremo a è sede dell'Orto dei Semplici, un vero e proprio Museo vivente dedicato alle piante spontanee e coltivate dell'Arcipelago Toscano.
Faremo sosta per il pranzo nel caratteristico centro di Rio nell’Elba.
Dopodiché, ci ritroveremo ancora una volta a percorrere uno dei tratti più panoramici della GTE, sulle creste del Monte Strega e del Monte Capannello.
Potremo osservare da vari punti di vista la più antica e suggestiva fortificazione di tutto l’arcipelago: il Castello del Volterraio. Visibile da ogni punto dell’isola, il castello di origini etrusche, ampliato poi dai Pisani, è una delle poche fortezze elbane mai espugnate dai pirati turchi, che nel corso dei secoli razziarono più volte l’Elba.
Ripreso il sentiero principale, ci aspetterà un tratto di discesa che ci condurrà fino al centro di Porto Azzurro. Ultimi km lungo la costa e raggiungeremo la bella spiaggia di Naregno, dove pernotteremo.

Giorno 8
NAREGNO - CAPOLIVERI

La nostra ultima giornata ci porterà da Naregno a Capoliveri, bellissimo borgo affacciato su tutta la costa del promontorio del Monte Calamita. Tempo a disposizione per un po’ di shopping nei negozi di artigianato situati lungo le caratteristiche vie del borgo e per un ultimo pranzo tutti insieme.
Ed è proprio Capoliveri la tappa finale del nostro viaggio, da dove prenderemo il taxi per Portoferraio e faremo ritorno a casa, portando con noi il dolce ricordo dei passi, accompagnati dal blu intenso del mare e dal verde della macchia mediterranea.

SERVIZI INCLUSI, SUPPLEMENTO SINGOLA ED EVENTUALI SPESE EXTRA:

QUOTA BASE IN CAMERA DOPPIA: matrimoniale o doppia condivisa con altri partecipanti dello stesso sesso. Vedi anche note sulla scheda viaggio.

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA: € 260,00 su richiesta con supplemento, a disponibilità limitata.

LA QUOTA COMPRENDE: pernottamento in hotel, in camere doppie con servizi privati; la prima colazione; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica per l’intera durata del viaggio; servizio trasporto bagagli da hotel a hotel.

LA QUOTA NON COMPRENDE: spese di apertura pratica; tasse di soggiorno; trasporti e trasferimenti; i pasti e le bevande; l'escursione in barca a Pianosa; le eventuali entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".

Spese apertura pratica:  € 20,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.

INFORMAZIONI GENERALI E ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO

NOTE: la quota è basata sulla sistemazione in doppia (sistemazione in camera singola su richiesta con supplemento).
Per coloro che viaggiando da soli richiedono comunque la sistemazione con altro/a partecipante, sarà assegnata la camera doppia in condivisione. Qualora però, a ridosso della partenza, l’abbinamento non si fosse completato, si procederà all’assegnazione della camera singola con relativo supplemento.

IMPORTANTE! ANNULLAMENTO VIAGGIO. In caso di annullamento, fare riferimento alle “Condizioni Generali” del catalogo, consultabili cliccando QUI 

ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO VIAGGIO E TUTELA PER ANNULLAMENTI CAUSA COVID. Non è inclusa nella quota, ma è possibile stipularla con un costo del 5% circa del totale dell’importo assicurato. Richiedi comunque il preventivo effettivo. L’assicurazione potrà essere stipulata esclusivamente al momento della prenotazione  del viaggio.

VALIDITA’ DELLE INFORMAZIONI: tutte le informazioni riportate su queste pagine sono indicative e sono un estratto di quelle riportate in modo esaustivo sulla Scheda Tecnica del viaggio, che costituisce la descrizione ufficiale del viaggio e alla quale si prega di fare esclusivo riferimento.

LA VOSTRA GUIDA

Giulia è un'esplosione di energia e di entusiasmo per la vita. Nata e cresciuta sulle verdi colline venete, ha instaurato fin da bambina un rapporto simbiotico con la natura e con la libertà della vita all'aria aperta. Viaggiatrice fin da quando ha ricordi, ha girovagato per l'Italia e per l'Europa in camper con la sua famiglia, sviluppando quello spirito nomade che da allora non l'ha più abbandonata. Appassionata di lingue e culture straniere, ha conseguito una laurea in traduzione e interpretazione a Trieste. Poi però, non si sa ancora bene per quale motivo, ha tentato di autosabotarsi, rinchiudendosi in un triste ufficio. Ma per fortuna è presto tornata in sé, ricominciando a seguire il sole! Ha così scelto di specializzarsi in turismo sostenibile e responsabile e di diventare Guida Ambientale Escursionistica. Tutto questo nella speranza di trasmettere il proprio amore per la natura e sensibilizzare a un maggiore rispetto per tutte le meraviglie che ci circondano. Un tantino iperattiva, è sempre alla ricerca di nuove avventure e sfide, che le consentano di superare limiti mentali e confini geografici. Adora cambiare punto di vista e osservare il mondo da tutte le possibili angolazioni, quindi non vi preoccupate se improvvisamente non la vedrete più: vi basterà alzare lo sguardo e la troverete abbracciata a un albero oppure appesa a testa in giù!

Lingue: spagnolo, inglese, tedesco, francese

Competenze: educazione ambientale, turismo sostenibile e responsabile, culture e tradizioni. Guida snorkeling e istruttrice SUP.

Iscritta nel Registro Italiano Guide Ambientali Escursionistiche n° VE308

Anni di esperienza: 5

Giulia Gallinetta
Giulia Gallinetta

Ti potrebbero interessare anche...

VAL D’ORCIA E LE CRETE SENESI

VAL D’ORCIA E LE CRETE SENESI

24/10 - 27/10 e altre date
a partire da € 410,00
PERU (completo)

PERU (completo)

03/08 - 18/08
a partire da € 3.930,00
VAL DI VARA – ALTA LIGURIA

VAL DI VARA – ALTA LIGURIA

15/11 - 17/11 e altre date
a partire da € 340,00
Cerca il tuo viaggio