Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Escursioni - Roma
12 Gennaio

I CASTELLI TRA CALCATA E FALERIA

Passeggiate Arte&Natura - Tra forre e speroni rocciosi, luoghi ideali per costruire castelli
Difficoltà: zampazampa
10,00 €
 
Presentazione del viaggio
Percorsi Arte e Natura
Semplici escursioni a piedi per chi vuole trascorrere una piacevole giornata all'aria aperta senza affaticarsi troppo; negli itinerari proposti la bellezza naturale dei luoghi è arricchita da visite approfondite delle testimonianze storiche delle tradizioni e dei costumi del territorio (aree sacre, resti archeologici, centri storici, monumenti e castelli).
 
Sebbene il paesaggio dell'Agro Falisco appaia in lontananza come un'unica e pianeggiante vallata ricoperta da boschi, mossa solo da modeste collinette, l'immagine di questo territorio cambia completamente non appena si decide di addentrarcisi. Profonde gole e burroni si aprono come squarci nel terreno. Luoghi suggestivi e spesso selvaggi, caratterizzano fortemente il paesaggio di questi luoghi. L'itinerario  percorre da sud a nord la Tuscia Romana e Viterbese, quel territorio che i Romani indicavano come luogo dell'antico popolo dell'Italia centrale, i Falisci. Il cammino che faremo insieme, attraversa un paesaggio unico nel suo genere, che salvaguardia l’identità autentica  di questo singolare comprensorio. Il nostro viaggio si svolge alla ricerca del meno celebrato passato medievale, che qui tuttavia ha lasciato un’impronta indelebile, non raramente sovrapponendosi proprio a quello etrusco.  Scopriremo camminando testimonianze di antichi castelli in un paesaggio pittoresco della Campagna Romana settentrionale, caratterizzato appunto dall’alternanza fra quieti pascoli e profondi burroni, che già entusiasmò il Goethe e altri illustri viaggiatori del passato. 
 
Tipologia:
Passeggiate Arte e Natura
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
12 Gen 20195/6 ore10,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
accompagnamento di Guida Ambientale Escursionistica.

La quota non comprende:
trasporti e pasti; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".
Programma:
Dal luogo di incontro, ci trasferiremo in breve tempo all'inizio del sentiero. Parcheggiate le auto, ci incammineremo verso la via che ci condurrà, in leggera pendenza, all'interno bosco. Proseguendo, noteremo da subito che il sentiero fiancheggia una profonda vallata e, in lontananza, vedremo le alture del Monte Soratte che s'innalza isolato fra dimesse collinette. Usciti  dal bosco, l'orizzonte davanti a noi ci riserverà una magnifica veduta intorno ai ruderi di un castello medievale, posto in posizione spettacolare al margine di un’esile altopiano stretto fra due canyon. Si ritorna sul percorso principale, per proseguire avanti scendendo verso la valle, dove scorre tra una fitta vegetazione il corso d'acqua e dove un ponte di legno ci permetterà senza difficoltà di andare avanti seguendo l'argine del torrente. La via a mezza costa nel bosco ci permetterà di vedere la verde campagna sottostante il castello ormai avvolto dalla vegetazione, posto in posizione spettacolare sul bordo estremo di un promontorio scavato da due affluenti del fiume. Le fonti storiche ci raccontano della storia del maniero, che risale al IX secolo e nel quale nell'anno 1002 trovò morte Ottone II imperatore di Germania. Dopo avere ammirato il paesaggio e questi incantevoli luoghi, e fatto una meritata sosta per il pranzo, ci incammineremo fino ad arrivare al punto di partenza.  
Come arrivare:
IN AUTO - G.R.A. uscita Cassia Bis (s.s.2) via Veientana direzione Viterbo. Uscita di Mazzano Romano, proseguire a destra indicazione per Mazzano. Arrivati presso un incrocio dalla provinciale 16b all'altezza di via Romana (destra) e via della Prata (sinistra), sulla destra nei pressi di alcuni negozi c'è un parcheggio.
Note:

Si chiede a coloro che arriveranno con la propria auto di essere puntuali. Sarà necessario un trasferimento in automobile dal luogo d’incontro per raggiungere l'inizio del sentiero.

I percorsi possono presentarsi scivolosi per via del terreno bagnato, presentano tratti fuori sentiero nel bosco e possono essere ricoperti dalla vegetazione. Sono presenti guadi sul torrente, può tornare utile portare due lacci e tre sacchetti di plastica robusti per guadare il torrente (un consiglio è quello di acquistarli presso il ferramenta; sono sacchetti che vengono utilizzati in edilizia per trasportare il calcinaccio).

Si richiede all'escursionista presente un equipaggiamento e abbigliamento adatto per affrontare in sicurezza eventuali cambiamenti meteorologici in montagna. I proprietari che partecipano all'escursione con i propri cani a seguito (non importa la taglia) debbono preventivamente prima telefonare alla guida.

La guida, Giuseppe, sarà raggiungibile al numero 347 1820239.
Cosa portare:
scarponi da trekking, abbigliamento comodo ed adatto alla stagione, ricambio abbigliamento asciutto, torcia elettrica, cappello e guanti di lana, pranzo al sacco, acqua (almeno 1l). NON sono adatti i pantaloni Jeans, calzamaglia, Dincwear Harem.
Pasti:
pranzo al sacco (non incluso).
Prenotazioni entro:
le 18:00 di venerdi: presso i nostri uffici allo 06 27800984.
Data partenza:
12-01-2019
Dislivello:
250 m
Lunghezza:
13 km
Profilo itinerario:
anello parziale
Appuntamento 1:
ore 9:00 - Mazzano Romano, al parcheggio nei pressi dell'incrocio strada provinciale 16b/via Romana, vicino alla via dei negozi.
 
 

share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza