Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Attività Centro-Sud Italia
6 Dicembre 2020

UN PIEDE SUL PROMONTORIO E UN PIEDE SUL LAGO

Cambio di prospettive in collaborazione con Circeobewild
 
Presentazione del viaggio

Un trekking più rilassato per ammirare stavolta non i panorami ma la vegetazione di Quarto Freddo e le ville romane con le cisterne costruite tra il verde rigoglioso.

Il promontorio e i laghi costieri (il lago di Paola tra gli altri) sono tra gli ambienti del Parco Nazionale del Circeo oltre al cordone dunale, alla foresta e all’isola di Zannone.

La piana pontina è stata invasa dal mare più volte lungo la sua lunga vita geologica di 200 milioni di anni. Con il sollevamento della catena appenninica, il monte Circeo emerse dalle acque e fu un’isola di sedimenti marini nel Pliocene, in seguito scivolò su un letto di flitsch di argille e di sabbie dalla sua posizione verso il mare. I detriti portati dai fiumi e dai torrenti furono trasportati e distribuiti dai venti e dalle correnti marine lungo la costa contribuendo a formare un cordone dunale che nel tempo ha saldato il promontorio alla costa e formato i laghi costieri.

Una terra che ha avuto grandi cambiamenti. Calcareo, pieno di grotte ed anfratti, causati dall’acqua piovana prima e dalla forza del mare poi, con l’abbassamento del livello del mare ha ospitato in quelle stesse grotte l’uomo di Neanderthal, ma il promontorio e il lago alle sue spalle è stato molto amato in epoca romana e abitato quindi senza soluzione di continuità. Diversi i siti archeologici all’aperto che incontreremo, alcuni dimessi, silenziosi, coperti in parte dalla vegetazione, e altri ancora prorompenti, che danno conto di un luogo abitato da gente comune in ville agresti, e da imperatori come Domiziano che ci ha lasciato in eredità una Villa incredibile, un patrimonio archeologico celato dalla natura e poco conosciuto, con terme, cisterne e piscine, il cui perimetro, la Riserva Rovine di Circe, si ammira dal lago. E proprio dall’acqua la lambiremo, come lambiremo un altro sito archeologico, la Casarina, un’antica villa romana sulle cui rovine fu costruito un convento in epoca medioevale che ospitava religiosi che facevano il  formaggio, e per questo detti “casarini”. Inoltre sul lago, potremo osservare da vicino l’allevamento di mitili e, se siamo fortunati, la barca dei pescatori al tramonto che farà ritorno con il suo carico. Infine conosceremo la storia del lago, una valle di pesca  da quando passò dalla Reverenda Camera Apostolica allo Stato Italiano e dallo Stato alla proprietà dell’antenato degli attuali proprietari. Una storia molto interessante che aggiungerà fascino al lago su cui si specchia la maga Circe.
Tipologia:
Archeo-trek e SuP-Exploring (possibilità di utilizzare canoe)
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
06 Dic 20206 ore50,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:

Accompagnamento di Guide Escursionistiche/ Guida Marina/Istruttrice SuP,  SuP, leasch, pagaie e salvagente forniti dalla guida. 

Pranzo al sacco sul lago compreso


La quota non comprende:

trasporti; quanto non indicato nella voce "La quota comprende".

 Perché camminare con noi?

  • perché ti rilasciamo una regolare ricevuta su ogni escursione, sulla quale paghiamo regolarmente le tasse;
  • perché tutte le nostre guide sono Guide Ambientali Escursionistiche regolarmente iscritte all’AIGAE, l’Associazione Italiana delle Guide Ambientali Escursionistiche;
  • perchè abbiamo una regolare assicurazione di Responsabilità Civile che copre tutte le responsabilità della guida e dell'organizzazione fino a 2,1 milioni di euro;
  • perché crediamo nel turismo responsabile e ogni anno devolviamo una parte degli introiti di tutte le nostre attività a Climate Care, per compensare le emissioni di CO2 di ogni attività di Four Seasons Natura e Cultura.

… e soprattutto, perché ti diverti! 

Programma:

Appuntamento ore 9.30 dentro la Proprietà Scalfati. Briefing tecnico e presentazione del percorso “misto”, sorta di “biathlon” facile e al tempo stesso avventuroso. Partenza per Torre Paola e da lì, per sentieri di mezzacosta che tagliano il promontorio dalla parte di Quarto freddo, attraverseremo i siti archeologici lungo la via Severiana, testimonianze dell’antica Roma, avviluppate dalla vegetazione ma che, tenaci, ci raccontano la loro storia. Il sentiero ci ricondurrà dentro la Proprietà Scalfati dove pranzeremo al sacco fronte lago (pranzo fornito dalle guide anche con prodotti locali a km0). Nella Proprietà Scalfati vedremo altri siti archeologici all’aria aperta come il canale neroniano e, da un foro nel muro, spieremo le piscine di Locullo. Intorno alle 14.30 ci imbarcaremo sui SuP  dalla base Waterlife alla scoperta del lago e della sua storia. Poco prima del calare del sole saremo di ritorno per ammirare l'arazzo colorato che il tramonto avra' disegnato sul lago e dietro il lago, sulla duna e sul mare. 

 

 



 

Come arrivare:
Attraverso la SS 148 arrivare a Torre Paola, dal Lungomare di Torre Paola accesso alla Proprietà Scalfati attraverso Via dei Casali di Paola

Meta:
Promontorio del Circeo e Lago di Paola
Note:
Consigliati la muta (2mm) e calzari in neoprene o scarpe da scoglio. Portarsi un cambio completo. Portarsi acqua e snack da portare sul sup/megasup                                                                                                                                                           
 L'escursione e' strettamente subordinata alle condizioni meteo. 
 
NOTA COVID: ai sensi delle vigenti disposizioni per l'emergenza da COVID-19, per la partecipazione all'attività è OBBLIGATORIO che ciascun partecipante:

- sia dotato di propria mascherina di comunità, da indossarsi durante le pause o in caso di necessità
- sia dotato di proprio flaconcino di gel disinfettante a base alcolica
- mantenga rigorosamente la distanza interpersonale di 2 metri

La guida si riserva di non ammettere o di escludere dall'attività in qualunque momento il partecipante che non rispetti quanto sopra e/o le disposizioni vigenti.

NOTA PER IL PAGAMENTO:

In considerazione dell'attuale situazione sanitaria, e anche per evitare eccessivi passaggi di soldi, il pagamento delle escursioni avverrà consegnando alla guida una busta (se non avete una busta va bene un foglio di carta ripiegato) contenente la quota di partecipazione. Sulla busta andranno indicati nomi e cognomi dei partecipanti e la somma contenuta. Chiaramente, consigliamo di prepararla a casa, così evitiamo anche scambi di penne! 

Questa procedura, oltre a essere sicura e semplice, velocizza al massimo i tempi dei pagamenti, ed evita anche la ricerca dei resti, facilitando il lavoro della guida e soprattutto minimizzando le perdite di tempo per i pagamenti dei gruppi!

  
Cosa portare:
scarponcini da trekking (obbligatori), abbigliamento adeguato alla stagione, giacca a vento impermeabile, cappello, guanti, zaino, mutino, calzari in neoprene e cambio completo, acqua (almeno 1,5 lt), snack. Kit anti-Covid19 come consigliato.
Pasti:
Pranzo al sacco con prodotti locali a km 0 incluso
Prenotazioni entro:
le 16:00 di venerdì presso i nostri uffici allo 06 27800984 (O VIA WHATSAPP AL 353.419.3141). Dopo tale orario, ma comunque entro le 20:00 del giorno precedente l’attività, direttamente con la guida, Paola – cell. 335 5481957
Data partenza:
06-12-2020
Dislivello:
250 m
Lunghezza:
Ca. 7,5 km (trekking), dai 2 ai 4 km (SuP)
 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
circeocirceo

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza