Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Viaggi e vacanze
dal 28 Dicembre al 3 Gennaio 2021

CAPODANNO AD ASIAGO

Natura autentica e relax sull’Altopiano delle meraviglie
Difficoltà: zampazampa
830,00 €
 
Presentazione del viaggio
Un viaggio davvero interessante tra trekking, natura, relax, storia e gastronomia, in uno degli angoli più belli d’Italia. Patria di Mario Rigoni Stern ed Ermanno Olmi, l’altopiano ha ispirato da sempre pagine poetiche tra le più belle della letteratura e del cinema italiano. Luogo isolato, inaccessibile, impenetrabile, ha permesso ai suoi abitanti di conservare tradizioni e stili di vita unici e del tutto particolari. Troveremo delle persone schiette e gentili, ma soprattutto una natura prorompente, fatta di abeti e larici, come nel grande nord, che si alternano a prati verde smeraldo e dolci colline sullo sfondo. Un paesaggio paradisiaco che scopriremo passo dopo passo, sia nei suoi aspetti più dolci, sia nelle profonde ferite che la grande guerra, combattuta aspramente tra questi monti ha lasciato nelle rocce, sulla terra, nella memoria. Camminando scopriremo come gli abitanti del luogo hanno saputo superare tutto questo, valorizzando forti e trincee, facendone nel contempo attrazione turistica immersa nella natura e santuario della memoria. Percorreremo i sentieri usati dai Cimbri, misteriosa popolazione autoctona che orgogliosamente mantiene inalterate le proprie tradizioni, i sentieri usati da pastori, vecchi contrabbandieri, ammirando la maestosità e la bellezza di una terra baciata dalla fortuna che ha saputo mantenere vivo il senso dell’ospitalità e quello dell’appartenenza. Una terra dove la storia ha lasciato indelebili tracce, nei recinti fatti di lastre di pietra, nei forti militari abbandonati che improvvisamente si aprono dietro la curva di un sentiero, nelle viste e nei panorami mozzafiato. Un viaggio durante il quale rinfrancare l’anima, tra l’azzurro del cielo e il verde dei prati, tra cammini indietro nel tempo e aperitivi nella viva e modaiola piazza centrale di Asiago. E magari, mentre si cammina ai margini del bosco incontrare un cervo o un capriolo che guizzano veloci, o ascoltare il fischio deciso delle marmotte. 
 
Tipologia:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons Natura e Cultura
Cosa facciamo:
escursioni a piedi di difficoltà, visite ai borghi, enogastronomia.
Come:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 6 max. 15 partecipanti)
Speciale perchè:
l’altopiano è un’isola felice ancora poco urbanizzata e dalla bellezza selvaggia, visitiamo luoghi di importanza storica teatro della I guerra mondiale, assaggiamo prodotti tipici di incredibile genuinità
Area di rilevanza naturalistica:
la valle dei Mulini con le vestigia di opifici medievali in un contesto ameno di corsi d’acqua, i boschi di abeti e larici che ricoprono l’altopiano fino a lambire Asiago, le viste mozzafiato da Forte Corbin
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
28 Dic 20207 giorni/6 notti830,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:

pernottamento in hotel, in camere doppie con servizi privati; mezza pensione, dalla cena del primo giorno alla 1a colazione dell'ultimo; le bevande durante le cene (acqua e ¼ vino); la cena di fine anno; le tasse di soggiorno; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata del viaggio.

 


La quota non comprende:
spese di apertura pratica; trasporti e trasferimenti (chi richiede il minivan avrà un fondo cassa comunicato a parte); i pranzi e le bevande; le eventuali entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".
 
Sistemazione in singola: € 90,00; DUS (doppia uso singola): € 140,00 - su richiesta con supplemento, a disponibilità limitata. 
 
Spese apertura pratica:  € 10,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.
 
NB: la quota è basata sulla sistemazione in doppia. Con le recenti disposizioni, l’abbinamento in doppia è previsto solamente fra persone che lo scelgono, si conoscono o che comunque manifestino la loro intenzione di condividere la stanza. Al resto dei partecipanti metteremo a disposizione un congruo numero di stanze singole, prenotabili pagando il relativo supplemento. Tale supplemento sarà comunque rimborsato al partecipante nel caso in cui l'iscrizione di una persona da lui conosciuta consenta di procedere con l’abbinamento.
 

FILO DIRETTO TRAVEL – LA POLIZZA ANNULLAMENTO ANTI COVID SU MISURA PER TE!

Non è inclusa nella quota, ma è possibile stipularla con un costo del 4% circa del totale dell’importo assicurato. Richiedi comunque il preventivo effettivo. L’assicurazione potrà essere stipulata esclusivamente al momento della prenotazione  del viaggio.

UN ABITO SU MISURA

Oltre all'assistenza alla persona, al rimborso delle spese mediche e del bagaglio, Filo diretto Travel offre la garanzia annullamento, riprotezione e interruzione del viaggio, preservando coloro che hanno acquistato il pacchetto viaggio dal pagamento delle penali applicate in caso di cancellazione. La polizza include inoltre l'assistenza domiciliare per 365 giorni dal rientro in Italia.

PIÙ SICURI CON LE NUOVE GARANZIE ANTI COVID-19!

Chi prenota un viaggio organizzato assicurato con Filo diretto Travel, potrà contare, in caso di contagio da Coronavirus, su specifiche garanzie e prestazioni di assistenza, come ad esempio:

diaria giornaliera in caso in caso di infezione durante il soggiorno; indennità da convalescenza post terapia intensiva; ulteriori prestazioni di assistenza

MA SOPRATTUTTO...

la Garanzia Annullamento per Covid: è prevista l’infezione da Coronavirus tra i motivi che danno diritto al rimborso e in più senza applicazione di scoperto!  
 
 
CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984 
Programma:

1° GIORNO: ASIAGO

Arrivo dei partecipanti presso il punto previsto e sistemazione in hotel. In serata, breve visita del paese. Cena e pernottamento in hotel.
 
2° GIORNO: GALLIO - VALLE DEI MULINI 

Dopo colazione ci sposteremo a Gallio, dove dal centro del paese prendiamo il sentiero che ridiscende la valle dei Mulini, luogo importantissimo in quanto unica zona dell’altopiano con abbondante acqua in superficie. Per questo motivo lungo il corso del torrente, che seguiamo, sono presenti alcuni opifici dello scorso secolo che funzionavano con la forza idrica (mulini ad acqua) perfettamente mantenuti, come mostra delle attività umane della zona. Il luogo è molto suggestivo e si presta a numerose soste dove i più coraggiosi possono mettere i piedi nell’acqua gelata. Arriviamo fino ad una malga, tipica attività agricola di montagna della zona, per poi proseguire il nostro percorso tra pascoli e boschi fino al punto di ritorno.

Trasferimento ad Asiago, e volontariamente nel pomeriggio possibilità per chi vuole di dedicare un’ora al pattinaggio su ghiaccio presso lo stadio del ghiaccio di Asiago (anche principianti). Altrimenti in alternativa si potrà fare una rilassante camminata per la cittadina. 

Dislivello: 393 m – Lunghezza: 9,5 km – Durata: 4:00 ore

Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

 

3° GIORNO: ESCURSIONE O CIASPOLATA A CAMPOMULO

Dopo colazione inizieremo la nostra giornata nella natura, che potrà prevedere, a seconda della neve, una ciaspolata o un’escursione, con un percorso ad anello che giunto alla croce della vetta prosegue per il Monte Baldo fino al monumento dedicato a Papa Giovanni Paolo II, incontrando malghe, animali al pascolo e sfiorando con lo sguardo i profili dolomitici trentini. La piana di Campomulo e il Monte Longara poco distante sono in grado di regalare uno straordinario contatto con la natura e la suggestione di un silenzio quasi irreale. Durante il percorso, con la neve, il sentiero si trasforma in una pagina bianca in cui animali selvatici raccontano la loro storia attraverso una fitta rete di tracce che potremo divertirci ad indagare insieme. Durante la strada potremo fare sosta al rifugio Campomulo, dove pranzeremo.

                                  Dislivello: 300 m – Lunghezza: 11,50 km – Durata: 5:30 ore 

Dopo pranzo, dal rifugio Campomulo è possibile affittare gli sci e lanciarci attraverso decine di km di piste da fondo, mentre ovviamente chi vorrà potrà riposare leggendo un buon libro in rifugio o semplicemente trastullandosi al sole, prima del rientro ad Asiago. 

Nel tardo pomeriggio rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

 
4° GIORNO: ANELLO DEL PRUNNO E VEGLIONE

Dopo colazione inizieremo la nostra escursione di fine anno! La radura del Prunno deve il suo nome ad una sorgente d’acqua che si trova nelle immediate vicinanze (prunno in cimbro significa, per l’appunto, “sorgente”). Ma la località è anche un importante sito archeologico che raccoglie testimonianze risalenti a 11 mila anni fa, quando questi luoghi erano frequentati da gruppi di cacciatori nomadi. Si tratta di una piacevolee il pernottament  e facile escursione ad anello che attraversa alcuni tra i più bei boschi che circondano la città di Asiago. Imponenti distese di abeti si alternano ad improvvise radure. In una di queste, in località Lazzaretto, una chiesa campestre rimane a ricordo della peste del 1646, quando in questi luoghi venivano confinati gli ammalati. Passa di qui la famosa Rogazione, manifestazione che unisce elementi cristiani ad elementi pagani, particolarmente sentita dagli abitanti dell’Altopiano.

Dislivello: 192 m – Lunghezza: 7,5 km – Durata: 2:30 ore

Nel primo pomeriggio torniamo in hotel per riposarci e prepararci alla notte di S. Silvestro che passeremo insieme in hotel ad Asiago brindando alla fine del 2020 ed ad un 2021 pieno di viaggi ed escursioni nella natura!

 
5° GIORNO: ASIAGO

Giornata intermedia fra i tanti trekking da spendere ad Asiago, raggiungibile a piedi con una piacevole passeggiata. Visiteremo le principali attrattive della città, di sapore asburgico, e avremo anche tempo per acquisti di prodotti tipici, poi dopo il pranzo in un caratteristico ristorante di Asiago effettueremo una breve passeggiata defaticante fino al laghetto di Lumera. Immancabile, poi, sarà il rito dell’aperitivo lungo il corso in uno dei suoi tanti locali. Il poeta Gabriele d’Annunzio definì Asiago "la più piccola e più luminosa città d'Italia". Il centro della città si trova in montagna a 1.001 metri sul livello del mare.
Completamente ricostruito dopo la prima Guerra Mondiale, colpisce per la bellezza architettonica, l’ampiezza delle strade, delle piazze, e si distingue per luminosità ed eleganza. E’ inoltre un paese molto vivo e ricco di manifestazioni durante tutto il corso dell’anno. 

Rientro in hotel per la cena e il pernottamento.
 
6° GIORNO: ESCURSIONE O CIASPOLATA A FORTE CORBIN

Dopo colazione inizieremo una nuova avventura, che a seconda della neve sarà di nuovo un’escursione o una ciaspolata. Progettata per essere una “macchina da guerra”, Forte Corbin è un’opera architettonica modello. Qui le vicende di guerra e umane si sono intrecciate in modo assolutamente suggestivo. Fu costruito tra il 1906 e il 1911 secondo canoni militari, ma anche estetici. Dalla sua posizione che domina la valle da un’altezza rilevante, proteso nel vuoto, regala suggestivi e appaganti panorami. La sua visita ha un grande interesse storico e paesaggistico sia all’esterno, dove rimangono ancora intatte gran parte delle strutture difensive e abitative, sia all’interno dove è allestito un piccolo museo che racconta attraverso una vasta raccolta di cimeli la storia e le storie di chi ha vissuto la Grande Guerra. Raggiungeremo questo spettacolare punto di osservazione attraverso una facile escursione che parte dal centro del paesino di Treschè Conca, attraverso splendidi boschi in una natura incontaminata e prorompente.

 
Dislivello: 100 m – Lunghezza: 10 km – Durata: 3:00 ore

Nel pomeriggio rientro in Asiago e visita allo spaccio di un noto caseificio dell’Altopiano per acquistare formaggio, yogurt genuini e altri prodotti del territorio.

Nel tardo pomeriggio rientro in hotel per la cena e il pernottamento.
 
7° GIORNO: ASIAGO

Dopo colazione, dopo check-out dall’hotel, ci saluteremo per tornare nelle città di provenienza. Chi avrà il treno da Padova sarà accompagnato in stazione dalla nostra guida. 

 
CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984  
 
 
Come arrivare:
mezzi propri oppure minivan su richiesta con spese di noleggio, carburante e pedaggi divisi per il numero delle persone interessate.

Nel caso in cui fosse richiesto il minivan, l’appuntamento sarà direttamente nella stazione dei treni di Padova, dove la nostra guida passera per il transfer verso l’hotel, mentre l’ultimo giorno il transfer sarà dall’hotel alla stazione di Asiago.

AUTO: Autostrade A13 o E70, poi A31 uscita Piovene Rocchette, seguire indicazioni per Asiago. 
TRENO: E' possibile arrivare in treno o in pullman. In treno la stazione di riferimento è Padova, poi la nostra guida potrà organizzare il trasferimento.
 
Partenza da:
Roma, Milano e altre città su richiesta
Arrivo a:
Asiago
Alloggio:
hotel
Nome albergo:
Casa Sant’Antonio (http://csaasiago.it/)
Trattamento:
tutte le prime colazioni e tutte le cene bevande incluse; la cena di fine anno
Note:
le escursioni e le attività previste nel programma potranno subire variazioni in base alle condizioni del tempo atmosferico previsto o in atto, per motivi logistici, di sicurezza e di qualunque altra valutazione in base all’insindacabile giudizio della guida.
Cosa portare:
scarponi da trekking, pile o felpa, giacca a vento antipioggia (possibilmente in Gore-Tex) o mantellina, abbigliamento comodo e pratico, borraccia, zaino da 30/40 litri, cappellino, occhiali da sole e crema solare protettiva
Trasporti locali:
non necessari per le escursioni. Mezzi propri per eventuali attività aggiuntive.
Pasti:
tutte le prime colazioni e tutte le cene bevande incluse; la cena di fine anno
Curiosità:
l’Altopiano di Asiago ospita una delle minoranze culturali e linguistiche più misteriose di Italia, i Cimbri. La leggenda vuole che essi discendano dall’antica popolazione sconfitta da Caio Mario tra il 107 e il 101 a.C. La cultura Cimbra in questo angolo di mondo si manifesta per la particolare lingua, per le tradizionali vesti e per tutta una serie di miti e leggende che popolano l’altopiano di streghe, fate, gnomi e incantesimi. Il lascito più importante è nei toponimi, che sono quasi tutti di origine cimbra (Altar Knotto, Sleghe, Spitz Verle). Analisi recenti hanno dimostrato, in realtà la somiglianza della loro lingua al tedesco medievale. Si tratterebbe, quindi di una migrazione avvenuta intorno all’anno 1000 d.C. dalla Germania meridionale in cui i coloni avrebbero portato con loro in altopiano non soltanto il modo di esprimersi, ma anche antiche tradizioni e miti nordici. Isolati su questo bastione roccioso hanno mantenuto inalterato fino alla prima guerra mondiale (quando molti di essi furono costretti a rifugiarsi a valle) uno stile di vita sostanzialmente inalterato. Oggi il ritorno di interesse per la cultura cimbra è molto sentito, esistono scuole per impararne l’idioma e varie manifestazioni culturali, tra cui il festival Cimbro (Hoga Zait). La parte più affascinante della loro cultura rimane sempre il corpo di leggende e miti legate ai luoghi tipici dell’altopiano, spesso profondi inghiottitoi, massi isolati, vette e boschi.

Data partenza:
28-12-2020


 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
Sacrario militare AsiagoForte CorbinMonte Cengio sull'Altopiano di Asiago

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza