Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Viaggi e vacanze
dal 21 al 27 Dicembre

NATALE IN VAL SENALES

Sulle orme di Ötzi nella Valle isolata
Difficoltà: zampazampa
750,00 €
 
Presentazione del viaggio

La Val Senales è un luogo selvaggio proprio al confine con l’Austria. La strada che la raggiunge termina lì, oltre ci sono solo le montagne che svettano a 3000 metri. Una valle isolata, magica e misteriosa nella quale la eco de antichi cacciatori che con coraggio risalivano questi crinali per attraversare le vette alpine rimane come sospesa nel tempo. Sentieri ottimamente mantenuti che attraversano verdi colline e brulli versanti ne fanno un luogo ideale per il trekking… e noi non possiamo certo resistere a questo richiamo. In questi sette giorni gireremo la valle in lungo ed in largo, sempre partendo dal centro di Maso Corto, un villaggio di poche case sparse in una verde vallata. Boschi incontaminati, ghiacciai, laghi, i prodotti tipici delle malghe, vette imponenti. Tutto questo sarà il nostro viaggio, per scoprire appieno le bellezze di un luogo in cui un’escursione diventa sempre una fantastica avventura nella natura selvaggia.

CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984

Tipologia:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons Natura e Cultura
Cosa facciamo:
escursioni a piedi e visite culturali ai paesi di montagna, mangeremo i piatti tipici della cucina locale e visiteremo i mercatini di Natale.
Come:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 5 max. 15 partecipanti)
Speciale perchè:
la natura incontaminata dei una valle isolata al ridosso delle dolomiti, è un luogo di frontiera e come ogni frontiera ha un fascino unico, di qui passò Ötzi, l’uomo del Similaun
Area di rilevanza naturalistica:
Lago di Vernago, meravigliosi panorami, Ghiacciaio Grawand
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
21 Dic 20207 giorni/6 notti750,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
pernottamento in hotel e B&B, in camere doppie con servizi privati; mezza pensione, dalla cena del primo giorno alla 1a colazione dell'ultimo; il trasporto dei bagagli fra le varie tappe; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata del viaggio; le Credenziali del Pellegrino; le tasse di soggiorno.

La quota non comprende:

spese di apertura pratica; i pranzi al sacco; le bevande durante le cene; i treni per raggiungere Viterbo e il ritorno da Roma; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".

Sistemazione in singola: € 80,00 su richiesta con supplemento, a disponibilità limitata. 

Spese apertura pratica:  € 10,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.

NB: la quota è basata sulla sistemazione in doppia. Con le recenti disposizioni, l’abbinamento in doppia è previsto solamente fra persone che lo scelgono, si conoscono o che comunque manifestino la loro intenzione di condividere la stanza. Al resto dei partecipanti metteremo a disposizione un congruo numero di stanze singole, prenotabili pagando il relativo supplemento. Tale supplemento sarà comunque rimborsato al partecipante nel caso in cui l'iscrizione di una persona da lui conosciuta consenta di procedere con l’abbinamento. 


FILO DIRETTO TRAVEL – LA POLIZZA ANNULLAMENTO ANTI COVID SU MISURA PER TE!

Non è inclusa nella quota, ma è possibile stipularla con un costo del 4% circa del totale dell’importo assicurato. Richiedi comunque il preventivo effettivo. L’assicurazione potrà essere stipulata esclusivamente al momento della prenotazione  del viaggio.

UN ABITO SU MISURA

Oltre all'assistenza alla persona, al rimborso delle spese mediche e del bagaglio, Filo diretto Travel offre la garanzia annullamento, riprotezione e interruzione del viaggio, preservando coloro che hanno acquistato il pacchetto viaggio dal pagamento delle penali applicate in caso di cancellazione. La polizza include inoltre l'assistenza domiciliare per 365 giorni dal rientro in Italia.

PIÙ SICURI CON LE NUOVE GARANZIE ANTI COVID-19!

Chi prenota un viaggio organizzato assicurato con Filo diretto Travel, potrà contare, in caso di contagio da Coronavirus, su specifiche garanzie e prestazioni di assistenza, come ad esempio:

diaria giornaliera in caso in caso di infezione durante il soggiorno; indennità da convalescenza post terapia intensiva; ulteriori prestazioni di assistenza

MA SOPRATTUTTO...

la Garanzia Annullamento per Covid: è prevista l’infezione da Coronavirus tra i motivi che danno diritto al rimborso e in più senza applicazione di scoperto! 

 

 CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984

Programma:
1° GIORNO: MASO CORTO 
Arrivo dei partecipanti presso il punto previsto (hotel o stazione dei treni di Bolzano) e sistemazione. Nel tardo pomeriggio, breve visita del paese di Maso Corto e dei dintorni, nella splendida cornice delle Alpi che punteggiano il nostro orizzonte.
Sistemazione in hotel, poi cena e pernottamento.
 
2° GIORNO: ESCURSIONE A MALGA LAZAUM
Prima escursione con percorso ad anello che ci conduce lungo un itinerario naturale ricco al tempo stesso di storia. Lungo il sentiero potremo notare numerosi massi decorati con coppelle, le misteriose vaschette di utilizzo incerto (mappe? Costellazioni?). Raggiungeremo così la malga Lazaum (m. 2427), dove potremo assaporare un tipico pasto di montagna altoatesino; il ritorno, per un sentiero diverso ma altrettanto suggestivo ci porterà direttamente nei pressi dell’hotel. Se necessario usiamo le ciaspole (possibilità di noleggio sul posto).
Dislivello: 400 m – Lunghezza: 5,3 km – Durata: 5 ore
 
Nel pomeriggio rientro in albergo, cena e pernottamento. 

Dopo cena una breve e semplice escursione notturna ci porterà a scoprire il cielo stellato, ad abituare la nostra vista all’oscurità e i nostri sensi a percepire l’ambiente circostante in modo completamente diverso. Un’esperienza da provare, nella suggestione della cristallina notte alpina!
 
 
3° GIORNO: VISITA A BOLZANO
Giornata dedicata alla visita di Bolzano, dove potremo visitare il museo dove è conservata la Mummia del Similaun e fare un tuffo nella vivace cittadina. Una giornata all’insegna del relax e dello shopping ma anche un’occasione per scoprire questa meravigliosa città, poco conosciuta ma che rappresenta davvero un gioiello italiano, incastonata fra le montagne come una gemma ma calda e accogliente. Per riscaldarci gusteremo una cioccolata calda o del Vin Brulè, accompagnati dai tipici dolcetti della zona.

Nel tardo pomeriggio rientro in albergo, cena e pernottamento.
 
4° GIORNO: GIRO DEL LAGO DI VERNAGO E MASO FINAIL
Giornata di escursione che ci condurrà sulle rive del suggestivo lago di Vernago, a pochi minuti da Maso Corto. Questo lago artificiale riserva bellissime sorprese sulle rive, panorami suggestivi si aprono ai nostri occhi come solamente le valli alpine possono regalare. Dopo aver camminato lungo le rive del lago percorreremo un antico sentiero che ci condurrà fino al Maso Finail, una dei più antichi di tutto l’Alto Adige (i documenti ne parlano a partire dal 1290). Al caldo della stupenda stube del XV secolo potremo assaggiare le specialità tipiche di montagna, come lo stufato di montone e lo stufato di capra. Il Maso si trova sul percorso che con tutta probabilità percorse Otzi nel suo tentativo di varcare le Alpi.
 
Dislivello: 310 m – Lunghezza: 9 km – Durata: 5.30 ore 

 
Nel tardo pomeriggio rientro in albergo, cena e pernottamento. Da Maso Corto è sempre possibile passare il pomeriggio sulle pista da sci.
 
 
5° GIORNO: ESCURSIONE NELLA VAL DI LAGAUN
La Val di Lagaun, ancora interamente incontaminata, è annoverata tra le più belle dell’Alto Adige. L’ascensione all’ex rifugio Heilbronner Hütte e al Giogo Tasca schiude uno sconfinato panorama mozzafiato su numerosi “tremila metri”. Il sentiero diretto alla malga Berglalm è immerso in un idilliaco paesaggio d’alta montagna con estesi boschi di larici.
Da Maso Corto (2011 m) si raggiunge la stazione a valle della cabinovia Lazaun e poi il maso Wieshof con una piccola cappella, dove ha inizio il sentiero nº 4 oppure A4 (sentiero escursionistico archeologico), che sale in quota attraverso magnifici boschi di larici e cembri. Dopo circa 1 ora e ½ si raggiunge la Val di Lagaun, un’incontaminata alta valle con un piccolo laghetto alpino, torbiere alte e una flora inconsueta. Si segue brevemente un antico canale d’irrigazione verso l’interno della valle fino all’indicazione di reperti archeologici del Mesolitico, che testimoniano che quest’area veniva frequentata già 8000 anni fa dai cacciatori.

 
Dislivello: 800 m – Lunghezza: 11 km – Durata: 5 ore   
 
Nel tardo pomeriggio rientro in albergo, cena e pernottamento.
 
6° GIORNO: VISITA A MERANO E TERME
Merano è una spettacolare cittadina dal sapore asburgico. Un luogo da godere con tempo e tranquillità dove percorrere passeggiate meravigliose lungo il fiume. In particolare l’esistenza di due passeggiate, quella estiva e quella invernale (porticata) riportano ai festi dell’Impero Austro-Ungarico. Rinomata soprattutto per le terme, non ci faremo scappare l’occasione di rilassarci nell’acqua calda prima di rimetterci in viaggio. Lungo la strada del ritorno avremo l’occasione di fermarci a Foresta, per visitare la fabbrica della rinomata birra FORST, bevanda principe di tutto il Trentino. 

Nel tardo pomeriggio rientro in albergo, cena e pernottamento.
 
7° GIORNO: MASO CORTO
Dopo colazione, riconsegna delle camere. In mattinata ultima passeggiata rilassante nei pressi di Maso Corto tra prati e ruscelli di montagna. Saluteremo in questo modo la verdeggiante natura alpina prima di congedarci, cercando di riconoscere alcune specie vegetali e magari sperimentare un ultimo incontro con la fauna selvaggia.

Dopo pranzo, ci saluteremo per tornare nelle città di provenienza.
 

CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984 
 

Come arrivare:

IN AUTO: A22 uscita Bolzano, SS38 uscita Senales

IN TRENO (per chi usufruirà del minivan):  ore 15.30 stazione dei treni di Bolzano

Meta:
Val Senales
Partenza da:
Roma, Milano e altre città su richiesta
Dettaglio arrivo:
Piazza centrale di Maso Corto
Alloggio:
hotel
Trattamento:
trattamento di pernottamento e mezza pensione con colazione e cena
Note:

la quota è basata sulla sistemazione in doppia. Con le recenti disposizioni, l’abbinamento in doppia è previsto solamente fra persone che lo scelgono, si conoscono o che comunque manifestino la loro intenzione di condividere la stanza. Al resto dei partecipanti metteremo a disposizione un congruo numero di stanze singole, prenotabili pagando il relativo supplemento. Tale supplemento sarà comunque rimborsato al partecipante nel caso in cui l'iscrizione di una persona da lui conosciuta consenta di procedere con l’abbinamento.

 

 

Cosa portare:
scarponi da trekking, pile o felpa, giacca a vento antipioggia (possibilmente in Gore-Tex) o mantellina, abbigliamento comodo e pratico, borraccia, zaino da 30/40 litri, cappellino, occhiali da sole e crema solare protettiva. Guanti e berretto
Trasporti locali:
mezzi propri. E’ previsto un minivan a noleggio a disposizione per le persone che ne faranno richiesta, con costo del noleggio, carburante, pedaggi e parcheggi da dividere fra i richiedenti.
Pasti:
tutte le prime colazioni e le cene
Curiosità:
DOVE PASSO’ ÖTZI

Il 19 settembre 1991 i turisti tedeschi Erika e Helmut Simon, durante un’escursione in montagna nella zona del Giogo di Tisa in Val Senales, a 3210 m di altitudine, scoprirono un corpo di sesso maschile. Dal ghiaccio emergeva solo il torso. I coniugi Simon segnalarono la sua presenza al gestore del rifugio Similaun, il quale a sua volta informò la polizia austriaca e i carabinieri italiani, dal momento che il luogo del ritrovamento si trovava in prossimità del confine. Si pensò a un alpinista disperso e il giorno seguente se ne tentò il recupero ma, a causa del cattivo tempo, non fu possibile liberare la vittima dal ghiaccio e l’intervento dovette essere sospeso. Solo l’ascia venne portata a valle.
Oltre 5300 anni fa l’Uomo stava attraversando il Giogo di Tisa, in Val Senales (Alto Adige), quando venne ucciso.
Il suo corpo si è conservato naturalmente nel ghiacciaio. Più antico delle piramidi egizie e di Stonehenge, è il risultato di una serie di incredibili coincidenze. Ötzi visse nell’Età del rame, un’epoca inquadrabile nella fase finale del Neolitico. Utilizzava ancora oggetti in pietra, ma possedeva già anche un’innovativa e preziosa ascia di rame. Le conoscenze tecniche relative all’estrazione e alla lavorazione dei metalli erano da poco arrivate in Europa dall’Asia Minore. Con il rame ha avuto inizio la prima Età dei metalli (FONTE: Museo Archeologico dell’Alto Adige).


Data partenza:
21-12-2020
Caratteristiche:



 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
Vista sulla vallataRifugio e montagne innevateGhiacciaio GrawandProcessione nella valle

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza