Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Viaggi e vacanze
dal 26 Giugno al 3 Luglio

CALABRIA - LA VIA DELLE FIUMARE

Mare, cascate e trekking ai confini dell'Aspromonte più selvaggio e segreto
Difficoltà: zampazampa
990,00 €
 
Presentazione del viaggio
Questo viaggio esplora una delle aree meno conosciute e più selvagge dell’Aspromonte e della Locride, e lo fa coinvolgendo le persone che ci abitano e raccontando le loro storie attraverso le parole, la musica, la natura, l’enogastronomia e l’avventura.
L’Aspromonte offre panorami di monti scoscesi, intervallati dalle profonde vallate delle fiumare, e di cascate insospettabili, e faggete e pinete quasi “canadesi” ad appena 1000 m di altitudine. Fra i trekking più emozionanti ci sono  la risalita della fiumara Cortaglia, una splendida gola di bianche rocce calcaree e fichi d’India, che si conclude con il tuffo nella piscina naturale del Vasalu da Conca, e la fenomenale escursione notturna sul Tre Pizzi, da cui si gode dell’alba su tutta la Costa dei Gelsomini! All’esplorazione dei boschi accompagneremo l’esplorazione della storia, antica e fortemente influenzata dalla mescolanza con altre popolazioni, con le visite alle aree archeologiche e ai musei, uno su tutti il Mu.Sa.Ba., progetto artistico che ha trasformato una chiesetta paleo-cristiana nel parco di sculture e pitture di tutti i colori del mondo di Nik Spatari. Godremo dell’accoglienza sostenibile dei borghi ad Antonimina, dove i ragazzi del Boschetto Fiorito lavorano per salvare il paese dallo spopolamento con un progetto di ospitalità diffusa. E scopriremo le tecniche della seta sostenibile e bio, che non uccide i bachi, a San Floro, ospiti del Nido di Seta, altra cooperativa di giovani resilienti che hanno ripreso in mano una delle più importanti manifatture calabresi, innovandola nel pieno rispetto della natura. Sempre presente sarà il mare, che si vede quasi da ogni luogo del nostro viaggio, e che ci accoglierà con le sue acque trasparenti e le spiagge ampissime e, in alcuni luoghi segreti, quasi deserte!
E, infine, ci delizieremo con la gastronomia locale, fatta di picnic, con la tovaglia a quadri e le delizie a km0, e di sapori intensi e genuini legati a una tradizione centenaria, dai pomodori ripieni alla soppressata, dal caciocavallo alle granite, perché non si può viaggiare in Calabria senza assaggiarla!

 
CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984

Tipologia:
viaggio escursionistico di gruppo
Cosa facciamo:
escursioni a piedi nel Parco Nazionale dell’Aspromonte e lungo le fiumare; visita dei borghi, degustazioni ed enogastronomia locale
Come:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 5 max. 15 partecipanti)
Speciale perchè:
le storie di sostenibilità e amore per la Calabria; le fiumare e i trekking bagnati; enogastronomia dai sapori decisi e prorompenti
Area di rilevanza naturalistica:
Parco Nazionale d'Aspromonte
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
26 Giu 20228 giorni/7 notti990,00 €Iscrizioni aperte
24 Lug 20228 giorni/7 notti1040,00 €Iscrizioni aperte
11 Set 20228 giorni/7 notti990,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
pernottamento in albergo diffuso ad Antonimina, in camere doppie con servizi privati; una notte in tenda presso il rifugio dello Zomaro con bagno in comune; tutte le colazioni, 5 pranzi al sacco, una cena in rifugio; il pranzo e la visita alla Cooperativa Nido di Seta, serata di musica tradizionale; una notte in agriturismo a Maida o Lamezia Terme con trattamento di pernottamento e prima colazione; ingresso a Mu.Sa.Ba.; noleggio di pulmino con autista per tutta la durata del viaggio; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica e di guide locali per tutta la durata del viaggio.

La quota non comprende:
spese di apertura pratica (vedi sotto); i trasferimenti per/da Lamezia Terme (treno o aereo); i pasti non espressamente (1 pranzo in ristorante, i pranzi del primo e ultimo giorno, tutte le cene tranne una, le bevande); gli eventuali ingressi alle attrazioni e ai monumenti; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".
 
Sistemazione in singola (ad Antonimina con bagno in condivisione con altra singola):  su richiesta con supplemento di 150,00€, a disponibilità limitata. 
 
Spese apertura pratica:  € 10,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.
 
NB: la quota è basata sulla sistemazione in doppia, con abbinamento con un altro compagno di viaggio dello stesso sesso. Nei rari casi in cui ciò non sia possibile, il partecipante che pur non avendone fatta richiesta dovesse essere sistemato in camera singola sarà soggetto ad un supplemento pari al 50% del supplemento singola, da corrispondere prima della partenza. Tale supplemento sarà comunque rimborsato nel caso in cui l'iscrizione di un'ulteriore partecipante consenta di procedere con l’abbinamento.
 
CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984 
Programma:
1° GIORNO: ANTONIMINA – ESCURSIONE AL DENTI DA MAGARA E PALMENTI
Incontro alla stazione di Lamezia e trasferimento ad Antonimina, direttamente all’inizio del sentiero della nostra prima escursione. 
Per immergerci da subito nella natura e nelle leggende locali, infatti, ci godremo subito una passeggiata ai piedi dell’Aspromonte. Meta dell’escursione sarà “U Denti da Magara”, e cioè il Dente della Strega, che ci introdurrà alle leggende e alle particolarità dei toponimi locali, e i palmenti, antichissime vasche di pietra, di probabile origine greca, utilizzate per la fermentazione del mosto.
Al termine dell’escursione, rientro in paese e sistemazione negli appartamenti. 
Cena tipica e pernottamento.
Dislivello: 280 m  – Lunghezza: 7 km – Durata: 3 ore - Difficoltà: zampazampa

ZOMARO - CASCATE MUNDU E GALASIA
Dopo colazione, un breve trasferimento ci porterà nel cuore della faggeta, all’inizio del sentiero per le Cascate Mundu e Galasia. In un ambiente montano, completamente diverso da quello del giorno precedente, seguiremo un bel percorso ombroso e fresco nel sottobosco, che ci porterà a scoprire i salti del torrente e una serie di interessanti formazioni rocciose, oltre a una flora sorprendentemente rigogliosa. Qui ci godremo il primo picnic del nostro viaggio, prima di riprendere la via del rientro. A fine escursione ci godremo un po’ di meritato riposo e un pranzo leggero, per poi dedicarci, nel pomeriggio, a qualche ora di mare o, per chi lo vorrà, a una visita all’area archeologica di Locri Epizephiri, importante colonia magno-greca.
Cena e rientro ad Antonimina per il pernottamento.

Dislivello: 550 m – Lunghezza: 4,5 km – Durata: 4 ore - Difficoltà*: zampazampazampa
*Le tre zampette sono giustificate da qualche passaggio scomodo e scosceso, ma percorsi con calma e in sicurezza
 
3° GIORNO: ZOMARO – I DUE MARI E SENTIERO DEL BRIGANTE
Dopo colazione, un breve trasferimento ci riporterà al fresco del bosco dello Zomaro. Qui intraprenderemo una bella escursione panoramica che, partendo da Monte Due Mari, che si chiama così per la spettacolare vista che offre su Jonio e Tirreno, si snoda fra boschi di querce, pino e faggio. Gli speroni rocciosi di Aria Du Ventu ci regaleranno affacci su tutto l’Aspromonte orientale e sulla mitica Pietra Cappa dall’alto. Pranzo al sacco e proseguimento lungo il Sentiero del Brigante verso il Rifugio “La Caserma”, restaurato da Boschetto Fiorito, per prendere posto nelle tende e sistemarsi prima di sera. Qui ci aspetterà una sorpresa a base di musica tradizionale dal vivo: impareremo insieme i passi della tarantella antoniminese sullo sfondo della bellissima pineta dello Zomaro.
Ceneremo con i prodotti tipici e, prima di andare a dormire, ci concederemo un’abbuffata di stelle, in un luogo totalmente privo di inquinamento luminoso.
Pernottamento in tenda in rifugio.
Dislivello: 400 m –Lunghezza: 10 km –Durata: 3 ore - Difficoltà: zampazampa
 
4° GIORNO: COME I BRIGANTI NEL BOSCO – RIENTRO AD ANTONIMINA
Dopo colazione, lasceremo il rifugio per raggiungere a piedi, come avrebbero fatto i briganti, il borgo di Antonimina. Il percorso ci permetterà di apprezzare le variazioni repentine di altitudine tipiche dell’Aspromonte, che condizionano la vegetazione al punto di passare, in brevissima distanza, dalla pineta alla faggeta alla macchia mediterranea. Pranzeremo lungo il percorso e raggiungeremo il paese nel primo pomeriggio, per poi muoverci verso il mare e passare un pomeriggio di relax e bagni. Cena in locale tipico e pernottamento ad Antonimina.
Dislivello: +300 m -1000 m –Lunghezza: 14 km –Durata: 6 ore - Difficoltà: zampazampazampa
Presenza di circa 50 m di sentiero esposto. Si prega di avvisare la guida se si soffre di vertigini.
 
5° GIORNO: MAMMOLA –MU.SA.BA, SAPORI INSOLITI E MARE – NOTTURNA SUL MONTE TRE PIZZI
Dopo colazione, partenza per il Museo di Santa Barbara, opera di recupero di un complesso monastico certosino che si è trasformata in un enorme progetto artistico conosciuto come “La Cappella Sistina calabrese”. Fondato da Nik Spatari, artista che ha collaborato con i grandi del Novecento da Picasso a Le Corbusier, e dalla moglie Hiske Maas nel 1969, Mu.Sa.Ba. ha continuato a crescere e ad arricchirsi di opere coloratissime, spazi espositivi, gallerie dipinte, arte. Ci lasceremo condurre, attraverso quella che è una vera e propria esperienza di stimoli, oltre che una visita guidata, nella storia del luogo fino a tornare alle sue origini di piccola chiesetta paleo-cristiana del IV secolo.
A fine visita, ci godremo un pranzo d’eccezione. Il vicino paese di Mammola è famoso per le specialità a base di pesce stocco, che viene cucinato in una miriade di varianti dall’antipasto fin quasi al dolce. Nel pomeriggio ci godremo qualche ora in riva al mare, per poi tornare ad Antonimina, goderci una cena tipicissima e riposare in attesa dell’escursione più spettacolare di tutte: la salita in notturna al Tre Pizzi.
Il Monte S. Pietro è conosciuto comunemente come Tre Pizzi per la conformazione in tre picchi rocciosi. La nostra escursione partirà prima dell’alba, sotto un cielo gonfio di stelle estive, e ci condurrà proprio sui “pizzi”, per godere di un’alba unica sul mare e tutta la costa jonica. Al ritorno, con il favore delle prime luci del giorno, godremo di affacci incredibili sulla fiumara di Antonimina e sui monti che si elevano fino a 800 m dal fondo valle, tagliando profonde e panoramiche vallate nella luce rosa dell’alba.
Rientreremo ad Antonimina per colazione.
Dislivello: 150 m –Lunghezza: 4,5 km –Durata: 4 ore  - Difficoltà: zampazampa


6° GIORNO: GOLE DEL CORTAGLIA E VASALU DA CONCA
Dopo colazione, un po’ di riposo e aver fatto un cambio d’abiti, partiremo a piedi per una vera e propria avventura nelle Gole della Fiumara Cortaglia.
Dopo aver costeggiato il paese, lungo una strada punteggiata di alberi da frutto locali come fichi, fichi d’india, pergolati di vite, prugne e noci, ci affacceremo dall’alto sulla fiumara, che, con il suo corso, s’insinua tra strette e fresche gole. Intrapresa la discesa a valle, ci godremo un ambiente dalla vegetazione tipicamente mediterranea e intraprenderemo la risalita del torrente, con il suo letto di candidi massi e limpide vasche d’acqua. Armati di costume da bagno, ci riprenderemo dall’escursione notturna saltando da una pozza all’altra, tuffandoci e bagnandoci nel fiume, per tornare in un momento alle gioie dei bambini del paese che qui trovavano il loro parco acquatico.
Nel tardo pomeriggio, ci sposteremo alla Villa di Casignana, un gioiello di architettura romana quasi sconosciuto dai sorprendenti mosaici e condutture, vasche e ambienti termali ancora intatti.
Cena in locale sul mare e pernottamento ad Antonimina.
Dislivello: 200 m – Lunghezza: 2,5 km – Durata: 3 ore -  Difficoltà: zampazampa

7° GIORNO: SAN FLORO – UN NIDO DI SETA
Dopo colazione, partenza per San Floro, dove ci attende un’intera giornata alla scoperta della seta presso la Cooperativa Nido di Seta, con escursione naturalistica, pranzo bio e attività legate alla sericoltura sostenibile. La storia di Nido di Seta è anche la storia di un gruppo di giovani che hanno scelto di tornare a lavorare la loro terra, recuperando un gelseto abbandonato e una tradizione antichissima con una mezzi innovativi: i bachi non devono morire. Contrariamente al metodo tradizionale, infatti, che vede i bozzoli gettati in acqua bollente con il baco ancora all’interno, qui si aspetta che il baco abbia sfarfallato. 
In serata trasferimento in agriturismo a Maida o Lamezia Terme, cena e pernottamento.
 
Dal sito www.nidodiseta.com
“Nido di Seta è un gruppo di giovani calabresi che ha deciso di intraprendere una sfida ben precisa, ritornare e restare in Calabria. Le nostre parole chiave sono tutela dell’ambiente e del paesaggio, crescita del territorio e sviluppo sostenibile. Intendiamo ripartire dalla “terra”, la nostra, sfruttando le risorse che quest’ultima ci offre. Riprendendo l’antica filiera della gelsibachicoltura, e facendone la nostra attività principale, costruiamo giorno per giorno quel circuito virtuoso che riesce ad orchestrare artigianato, momenti culturali, artistici e culinari, rendendo casa nostra un polo di attrazione per il turismo nazionale e internazionale.”

8° GIORNO:  RIENTRO
Colazione, saluti e trasferimento in aeroporto o stazione di Lamezia Terme per il rientro.

NB Per regolamento internazionale le camere vanno liberate la mattina. È facoltà dell’hotel consentirne l’uso fino al pomeriggio previa disponibilità e con possibile supplemento “day use”.
 
 


Come arrivare:
voli di linea o low-cost o treno per Lamezia Terme (non inclusi). 
 
Inizio viaggio secondo i seguenti appuntamenti:
•    ore 15:00 aeroporto di Lamezia Terme
•    ore 15:30 stazione FS di Lamezia Terme Centrale
•    ore 17:00 direttamente ad Antonimina, nel parcheggio del complesso termale in località Bagni Minerali (link google maps https://goo.gl/maps/jdyyjRCbfNV669om7)
 
Fine viaggio:
•    ore 11:00 Stazione FS di Lamezia Terme
•    ore 11:30 Aeroporto di Lamezia Terme

 
Perché non includiamo il volo? Perché le tariffe aeree cambiano continuamente, e chi prima prenota meno paga. Per includerlo, dovremmo calcolare un costo "prudenziale” che ti impedirebbe di usufruire della miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione. Per questo preferiamo lasciarti libero di accedere alle migliori condizioni possibili. A richiesta, possiamo comunque proporti e prenotare la soluzione più conveniente disponibile per il tuo viaggio.
Meta:
Calabria
Arrivo a:
Lamezia Terme
Alloggio:
albergo diffuso e agriturismo
Note:

NOTE ESCURSIONI

Le escursioni sono progettate per essere fresche anche se in agosto: tutte quelle diurne si svolgono intorno ai 1000 metri o nei fiumi, mentre quelle a bassa quota si fanno nel tardo pomeriggio o in notturna. tutte le escursioni sono di difficoltà medio-facile. 

ATTENZIONE: l'escursione del terzo giorno sul sentiero dei Briganti presenta un tratto esposto di circa 50m. Si pregadi avvisare la guida nel caso in cui si soffrisse di vertigini.

La prima escursione si farà direttamente all'arrivo. Sarà possibile fermarsi per indossare gli scarponcini da trekking e rifornirsi di acqua potabile all'inizio del sentiero.

BAGAGLI

Si raccomanda di contenere al massimo il bagaglio, utilizzando piccoli trolley o borsoni facilmente trasportabili. Evitare valige rigide e molto ingombranti: il bagagliaio degli automezzi noleggiati ha una capienza limitata.

Cosa portare:
scarponi da trekking, scarpe da scoglio, pile o maglione, sacco a pelo (facoltativo), torcia frontale, giacca antipioggia ,borraccia, zaino, cappello, costume e telo.
Trasporti locali:
pulmino e/o auto a noleggio condotto dai nostri autisti
Pasti:
le prime colazioni, 5 pranzi a picnic di prodotti a km0 durante le escursioni, un pranzo presso la cooperativa Nido di Seta; una cena in rifugio. Non sono incluse le cene e un pranzo in ristorante, le bevande.
Curiosità:

 

Puoi vedere la video-presentazione del viaggio qui: https://bit.ly/LaViadelleFiumare


Estensioni a richiesta:
Perchè non godersi qualche giorno di mare o montagna in più? Chiedici informazioni per una estensione del soggiorno!
Prenotazioni entro:
il prima possibile, pochi posti disponibili!
Data partenza:
26-06-2022
 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
Vasalu da ConcaTre Pizzi all'albaMu.Sa.Ba.Antonimina

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza