Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Viaggi e vacanze
30 Novembre 1999

PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO, LAZIO E MOLISE: ALLE PORTE DELL'INVERNO

I segreti autunnali del regno degli orsi e dei lupi
 
Presentazione del viaggio
Il parco più famoso d’Italia, nel cuore dell’Appennino più selvaggio, è un modello per la conservazione della natura e per la difesa dell’ambiente; affascina tutti coloro che lo visitano, ed è qui, tra le cime impervie, le fitte foreste di faggio e le bianche rocce calcaree, che trova ancora rifugio l’orso bruno marsicano, rara e preziosa perla della fauna italiana, che vive indisturbato insieme a lupi, cervi, camosci e aquile reali. Vi proponiamo dei viaggi escursionistici all'insegna del biolife – watching, rivolti all’osservazione di particolarità naturalistiche nella diversità offerta dai diversi momenti dell’anno: scopriremo la fauna, seguendo le tracce di alcuni fra i più famosi abitanti del parco; visiteremo luoghi incantati, la cui atmosfera sublime è creata dalle sfumature dei colori di cui si dipinge il bosco per meglio prepararsi all'inverno. Non mancheranno infine le visite ai deliziosi centri storici di queste straordinarie terre marsicane.

CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984 
 

GUARDA ANCHE LA PARTENZA dal 29 ottobre al 1 novembre: FAI CLICK QUI  

 

 
 
Tipologia:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons Natura e Cultura
Cosa facciamo:
escursioni a piedi; visite di borghi tipici; avvistamento tracce e animali; enogastronomia abruzzese
Come:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 6 max. 15 partecipanti)
Speciale perchè:
autentica cultura appenninica; orsi, lupi & company: la più alta concentrazione di fauna in Italia; borghi medievali perfettamente conservati
Area di rilevanza naturalistica:
il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
30 Nov 1999


La quota comprende:
pernottamento in hotel, in camere doppie con servizi privati; pensione completa, dalla cena del primo giorno al pranzo dell'ultimo (pranzi al sacco); assistenza di Guida Ambientale Escursionistica per tutta la durata del viaggio; le tasse di soggiorno.
 

La quota non comprende:
spese di apertura pratica; le bevande; eventuale fondo cassa trasporti; le eventuali entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti; quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".
 
Sistemazione in camera singola: € 120,00 su richiesta con supplemento, a disponibilità limitata.
 
Spese apertura pratica:  € 10,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.
 
NB: la quota è basata sulla sistemazione in doppia, con abbinamento con un altro compagno di viaggio dello stesso sesso. Nei rari casi in cui ciò non sia possibile, il partecipante che pur non avendone fatta richiesta dovesse essere sistemato in camera singola sarà soggetto ad un supplemento pari al 50% del supplemento singola, da corrispondere prima della partenza. Tale supplemento sarà comunque rimborsato nel caso in cui l'iscrizione di un ulteriore partecipante consenta di procedere con l’abbinamento.
 
 CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984 
   
Programma:
1° GIORNO - 4 dicembre: IN VOLO LUNGO IL LAGO
Partenza dalla città di provenienza l’Abruzzo. Ritrovo dei partecipanti in hotel, sistemazione nelle camere e partenza per una prima escursione in direzione del lungo lago di Barrea, da Civitella a Colle Ciglio, una prima profonda immersone nella natura, camminando nel Parco. Rientro in albergo. Cena e pernottamento
 
Dislivello: 250 m – Lunghezza: 9 km – Durata: 3/4 ore 
 
2° GIORNO - 5 dicembre: IL MOSAICO DELLA BIODIVERSITA'
Dopo colazione, partenza per l’escursione di un’intera giornata lungo il tratturo della Camosciara, da Civitella Alfedena all'anfiteatro della Camosciara, passando per Colle Jajacque per arrivare fino alle cascate delle Ninfe e delle Tre Cannelle. Un anfiteatro naturale, formato da spettacolari pareti di roccia calcarea, un eccezionale valore naturalistico, straordinaria bellezza del paesaggio, fanno della Camosciara una delle località del parco nazionale d’Abruzzo più conosciute, belle ed amate. Rientro in albergo nel tardo pomeriggio, cena di fine anno, brindisi e pernottamento.

Dislivello: 450 m – Lunghezza: 14 km – Durata: 7 ore 
       
3° GIORNO - 6 dicembre: VAL FONDILLO / GROTTA DELLE FATE
La Val Fondillo, ampia, dolce e verdeggiante, ricorda quasi gli ambienti Alpini. Un luogo incantevole dove camminare e scoprire insieme i segreti del parco, un luogo dove la pace e la magia della natura incontaminata si fondono perfettamente con la natura dell’uomo. Tra ampie radure, boschi secolari, torrenti dalle acque limpidissime e fresche sorgenti, ci inoltreremo fino a raggiungere la misteriosa e suggestiva Grotta delle Fate. Una grotta generata dall’erosione dell’acqua, una cavità naturale, non di grandi dimensioni, una tappa che merita di essere vista.  
Note: parcheggio custodito a pagamento 4,00 euro. 
 
Rientro in albergo. Cena e pernottamento.
Dislivello: 500 m – Lunghezza: 14 km – Durata: 6 ore 
 
4° GIORNO - 7 dicembre: LAGO VIVO E DISCESA VERSO IL SERRONE
Il sentiero che percorreremo per raggiungere il lago è uno dei più frequentati del parco. Oltre alle belle faggete che si attraversano, la peculiarità dell'escursione è il lago, essendo questo il solo di origine naturale dell'area protetta. Un piccolo gioiello della natura è vivo perché non lo si rivedrà due volte uguale, perché, con esso, cambia la strada, cambia il cielo e cambiano i colori. Da qui in discesa verso il Serrone, da cui sarà possibile, in lontananza, ammirare anche il Lago della Montagna Spaccata. Rientro in albergo. Cena e pernottamento.

Dislivello: 600 m – Lunghezza: 13,5 km – Durata: 6 ore
 
5° GIORNO - 8 dicembre: I VALLONI DELL'ORSO
Dopo colazione, partenza per un’escursione che ci porterà verso le faggete di Pescasseroli nella Valle di Pesco di Lordo, dove il bosco improvvisamente si apre per lasciare spazio a bellissime radure circondate da imponenti faggete vetuste. Al termine dell'escursione, rientro verso i luoghi di provenienza.
 
Dislivello: 200 m – Lunghezza: 7 km – Durata: 3 ore
 
 
Come arrivare:
IN TRENO 
Le stazioni ferroviarie di riferimento sono:
  • Stazione di Alfedena: Linea Napoli - Castel di Sangro - Pescara
  • Stazione di Avezzano: Linea Roma - Avezzano - Pescara
  • Dalle stazioni prendere l'autobus per Civitella
Per consultare gli orari dei treni visitare il sito web delle Ferrovie dello Stato: CLICCA QUI.
 
IN AUTOBUS
Autolinee TUA (Società Unica Abruzzese di Trasporto) - Tel. 085.43212 – Numero verde: 800762622 (attivo nei giorni feriali dalle ore 8:00 alle ore 20:00). Sito web: CLICCA QUI.

IN AUTO
Da NordPrendere l'autostrada A14, seguire la direzione Ancona, seguire la direzione Roma, continuare sull'autostrada A 25 Roma - Pescara, uscire a Bussi/Popoli, seguire la direzione L'Aquila sulla A 24, continuare sulla SS 17, attraversare Popoli, svoltare sulla SS 83 in direzione Barrea.
 
Da Sud - Dall'autostrada A14 seguire la direzione Pescara, a Bari Nord immettersi sull'autostrada A 16 e seguire la direzione Benevento, continuare per il raccordo RA 9 e a Benevento prendere la SS 88, uscire in direzione Campobasso, continuare sulla SS 17 in direzione di Alfedena.
Meta:
Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
Alloggio:
hotel
Trattamento:
mezza pensione, con colazioni e cene in hotel (bevande escluse). Sono inclusi i pranzi al sacco durante le escursioni.
Note:

Cosa portare:
scarponi da trekking, pile o felpa, giacca a vento anti-pioggia (possibilmente in Gore-Tex) o mantellina, abbigliamento comodo e pratico, borraccia (almeno 1l), zaino da 30/40 litri, cappellino, occhiali da sole e crema solare protettiva
Trasporti locali:
pulmino a noleggio condotto dalla nostra guida per tutta la durata del viaggio e fino ad esaurimento dei posti
Pasti:
tutte le colazioni e le cene in hotel (bevande escluse); i pranzi al sacco durante le escursioni
Curiosità:
IL LAGO VIVO: in una meravigliosa conca è incastonato lo splendido Lago Vivo a 1591 mt. dominato dalle cime dello Iamiccio, del Tartaro, dell'Altare e del Petroso. Quest’ultimo, con i suoi 2249 m di altezza, rappresenta la vetta più alta del Parco. In primavera, il lago con lo scioglimento delle nevi raggiunge il massimo livello; il nome "vivo" deriva dal fatto che il lago cambia continuamente le proprie dimensioni in base alle stagioni. Nel tardo autunno le sue rive sono frequentate dai cervi che si affrontano nella stagione degli amori. Al margine sinistro dell'altopiano la "fonte degli uccelli" garantisce acqua in ogni periodo dell'anno. Il sentiero continua e permette il rientro attraverso una splendida faggeta, con un gradevole panorama sul lago della Montagna Spaccata.

Data partenza:
30-11-1999
 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e MoliseParco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e MoliseParco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e MoliseParco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza