Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Viaggi e vacanze
dal 11 al 14 Luglio

ALPI APUANE VERSILIESI

Emozioni On the Rocks
Difficoltà: zampazampazampa
400,00 €
 
Presentazione del viaggio
Quattro giorni per entrare in contatto con la realtà nascosta e straordinaria di un unicum geologico paesaggistico fra i più interessanti d’Europa. Luoghi segnati da una lunga e complessa storia geodinamica, che ha creato una varietà incredibile di rocce. Terre tutelate e valorizzate da un Parco Regionale attento alla conservazione, ma allo stesso tempo sensibile alle istanze delle comunità locali e alla sostenibilità e qualità delle attività turistiche. Le antiche cave utilizzate da Michelangelo, il vasto e intricato sistema carsico sotterraneo dell’Antro del Corchia, le impressionanti “Marmitte dei Giganti” del Monte Sumbra, i singolari monti Forato e Procinto.  E ancora, il paesino di Levigliani, dove nel dopoguerra un’intera comunità locale è caparbiamente riuscita a diventare proprietaria dei propri mezzi di produzione e lavoro, in una sorta di esperimento di “socialismo concordato” che ancora perdura. O il delizioso borghetto di Pruno con le sue acque, o le cittadine quasi costiere di Seravezza e Pietrasanta con i loro tesori. Insomma, quattro giorni per scoprire o riscoprire la curiosità e la voglia di stupirci che ancora abbiamo dentro, ma anche i sapori autentici ed essenziali di una terra comunque generosa.

Tipologia:
week-end di gruppo con guida Four Seasons Natura e Cultura
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
11 Lug 20194 giorni/3 notti400,00 €Iscrizioni aperte
19 Set 20194 giorni/3 notti400,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
sistemazione in albergo, in camere doppie con servizi privati; pensione completa, dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno; visita Antro Corchia, visita alla cava; visita ai musei di Levigliani; visita al mulino; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica.

La quota non comprende:
spese di apertura patica; tutte le bevande; trasporti e trasferimenti; spese per carburante, pedaggi e parcheggi; le entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti non espressamente indicati; eventuali tasse di soggiorno; quanto non contemplato nella voce “La quota comprende”.
 
Sistemazione in singola: su richiesta e a disponibilità limitata.

SPESE DI APERTURA PRATICA: € 10,00 obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi

N.B.: La quota è basata sulla sistemazione in doppia, con abbinamento con un altro compagno di viaggio dello stesso sesso. Nei rari casi in cui ciò non sia possibile, il partecipante che pur non avendone fatta richiesta dovesse essere sistemato in camera singola sarà soggetto ad un supplemento pari al 50% del supplemento singola, da corrispondere prima della partenza. Tale supplemento sarà comunque rimborsato nel caso in cui l'iscrizione di un ulteriore partecipante consenta di procedere con l’abbinamento.

Programma:

1° GIORNO
PIETRASANTA/FABBIANO DI SERAVEZZA/LEVIGLIANI 
In tarda mattinata incontro con la guida e il gruppo presso la stazione di Pietrasanta. Dopo una breve introduzione al viaggio visiteremo il centro storico di Pietrasanta con la sua bella piazza centrale col Duomo e la Torre Civica. In seguito, ci dirigeremo verso Fabiano di Seravezza, dove, attraverso un percorso attrezzato visiteremo l’area archeo-mineraria delle cave di “marmo Bardiglio”, utilizzate anche da Michelangelo. Tornati a Seravezza ci attende una breve sosta per vedere il locale Palazzo Mediceo, residenza estiva della nobile famiglia, classico esempio di architettura del ‘500 e attualmente sito UNESCO (assieme a tutte le altre residenze medicee toscane). Ci sposteremo poi nella zona delle “Marmitte dei Giganti” alle falde del Monte Sumbra. Qui si sviluppa un impressionante paesaggio erosivo generato dalle piene vorticose e violente del torrente Turrite Secca che incidono e modellano la roccia calcarea. Le “marmitte” sono enormi cavità superficiali che sembrano “cariare” la roccia, create dalla turbolenta miscela erosiva di acqua e sassi. Sul finire del pomeriggio raggiungeremo il nostro albergo a Levigliani dove faremo il check in e avremo un po’ di tempo per rilassarci prima della cena.

Dislivello: 250 m – Lunghezza: 5 km – Durata: 3:30 ore
 
2°GIORNO 
LEVIGLIANI /MONTE CORCHIA/LEVIGLIANI 
La giornata odierna sarà interamente dedicata al comprensorio di Levigliani di Stazzema e alla sua storia. Siamo sul versante meridionale del Monte Corchia ed è appena sufficiente salire leggermente in quota dai 600 m del paese per godere di superbi panorami sulla costa tirrenica versiliese. Raggiungeremo con un bus l’ingresso turistico al sistema carsico dell’Antro del Corchia. Da qui, per circa due ore saremo proiettati in un silenzioso, fresco-umido labirintico mondo ipogeo fatto di sale, gallerie, pozzi, laghetti, pareti di stalattiti e stalagmiti, tutto scavato e rimodellato dalle acque nel cuore di marmo calcareo delle Apuane. La scoperta del monte Corchia proseguirà poi con la visita alla cava di marmo, tuttora attiva, del Piastraio, a quota 1300, accompagnati dai cavatori locali. Qui la dimensione umana è totalmente stravolta, con soffitti alti molte decine di metri, sale enormi e blocchi geometrici giganteschi. Faremo un gustoso pranzo con il “tagliere del cavatore” a base di lardo affinato nel marmo e vino della cantina ipogea dell’Antro del Corchia. Nel pomeriggio, scesi nuovamente con i mezzi in prossimità dell’accesso all’Antro, affronteremo a piedi il resto della strada verso Levigliani per godere dei superbi paesaggi che si disvelano ad ogni curva. Una volta in paese ne visiteremo il centro storico per capire fino in fondo il genius loci del sito, racchiuso in due piccoli musei locali: il Museo della Pietra Piegata e il Museo di Comunità e Impresa “Lavorare Liberi”, dove si racconta di come la comunità di Levigliani, esempio più unico che raro in Italia, sia riuscita negli anni del dopoguerra in un esperimento eccezionale di messa in comune dei mezzi di produzione e lavoro acquistando alcune cave di marmo del proprio territorio…
Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Dislivello: 300 m – Lunghezza: 9 km – Durata: 5:00 ore 
   

3°GIORNO
LEVIGLIANI/MONTE PROCINTO/LEVIGLIANI
Dopo la prima colazione ci dirigeremo verso il territorio attorno al villaggio di Stazzema, che raggiungeremo con i mezzi. Da qui partiremo per una bellissima escursione ad anello centrata sulle rocce, le piante, le acque e i paesaggi di questo lembo di Apuane. Attraverseremo versanti coperti a distesa da boschi misti di querce, carpini e aceri fino ad incontrare, salendo, le faggete e qualche prateria d’altura. Una fresca sorgente potrà dissetarci prima di intraprendere la salita finale verso il Monte Procinto. Non avremo la possibilità di salire fin sulla vetta di questo curioso rilievo in quanto i suoi fianchi, interamente verticali per un’altezza di circa 150 metri, e la sua classica forma “a panettone” consentono l’accesso solo attraverso vie ferrate. Circonderemo tuttavia la base del panettone, ad un’altezza di circa 1000 metri, scoprendo altri angoli incredibili di territorio. Per pranzo ci fermeremo presso la “Baita Scoiattoli”, dove il silenzioso oste Ermete ci proporrà alcuni piatti semplici della tradizione locale. La via del ritorno sarà in discesa, accompagnata dalla presenza di alcune baite montane e scorci su lembi di archeologia mineraria rappresentati da teleferiche per il trasporto di pietre estratte da antiche cave. 
Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Dislivello: 500 m – Lunghezza: 11 km – Durata: 5:30 ore 
 
4°GIORNO 
LEVIGLIANI/PRUNO DI STAMEZZA/PENDICI DEL MONTE FORATO
Dopo la prima colazione visiteremo il delizioso borghetto di Pruno di Stazzema, alle falde dello stupefacente arco naturale del Monte Forato nel cui buco tutti gli anni, in corrispondenza del solstizio d’estate, il sole sembra sorgere una seconda volta dopo l’alba. Lasciate le auto all’ingresso di Pruno cammineremo fino alla bellissima cascata dell’Acquapendente e, sulla via del ritorno, visiteremo un antico mulino per la produzione di farina di castagne, attualmente ancora in funzione grazie al paziente lavoro di recupero e valorizzazione di Silvia e Alex, una coppia di guide del Parco. Poco dopo saranno proprio loro ad ospitarci a pranzo nell’Ostello Pania Forata di Pruno, che gestiscono assieme al mulino.  Ci stupiranno con le loro preparazioni a base di ingredienti naturali locali dandoci anche la possibilità di degustare farina di castagne autoprodotta per avvertirne il sapore particolare. Sarà in loro compagna che officeremo il rito collettivo del commiato… con l’auspicio di rivederci presto a camminare assieme. Il primo pomeriggio, rientro verso i luoghi di provenienza.

Dislivello: 300 m – Lunghezza: 6 km – Durata: 3:30 ore 

Meta:
Alpi Apuane
Arrivo a:
Stazione ferroviaria di Pietrasanta
Alloggio:
albergo
Trattamento:
trattamento di pensione completa
Cosa portare:
scarponi da trekking, pile o felpa, giacca a vento antipioggia (possibilmente in Gore-Tex) o mantellina, abbigliamento comodo e pratico, borraccia, zaino da 30/40 litri, cappellino, occhiali da sole e crema solare protettiva
Trasporti locali:
con auto private condivise
Pasti:
tutte le colazioni, i pranzi e le cene
Data partenza:
11-07-2019
Appuntamento 1:
ore 11:30 – presso la stazione FS di Pietrasanta (LU)
 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
Alpi Apuane

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza