Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Viaggi e vacanze
dal 2 al 9 Giugno

SARDEGNA - SELVAGGIO BLU

Una vera avventura into the wild
Difficoltà: zampazampazampazampazampa
750,00 €
 
Presentazione del viaggio
Si dice che il Selvaggio Blu sia uno dei trekking più spettacolari e duri d’Europa. Il suo nome evoca atmosfere avventurose, le stesse che si vivranno durante il viaggio alla scoperta di questa parte inesplorata della Sardegna. Di sicuro ne avete sentito parlare, ma siete disposti a vivere l’intera esperienza di 6 giorni completamente “into the wild”? Se la risposta è sì assicuratevi di essere abbastanza in forma e disposti a stare a stretto contatto con la natura. Qui gli smartphone saranno quasi inservibili, ma ciò di cui avrete necessità è il vostro spirito d’avventura! Andremo alla scoperta della parte centro-orientale della Sardegna, lungo gli altopiani del Supramonte. Qui i sentieri si snodano tra boschi, falesie calcaree a picco sul mare, grotte e piccole calette. Ci faranno compagnia i colori, i profumi e i suoni della natura; dormiremo direttamente nel sacco a pelo sotto le stelle, ascoltando solo il rumore del mare, saremo ospiti di alcune delle pochissime persone che vivono negli ovili tradizionali del territorio ed infine godremo di panorami aperti su sentieri solitari e cale di rara bellezza.

Tipologia:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons
Cosa facciamo:
escursioni a piedi; visita ai tradizionali cuiles (tipiche case dei pastori); trekking impegnativi; camminate lungo le antiche vie dei carbonai; osservazione flora e fauna locali; bagni al mare
Speciale perchè:
l’ambiente selvaggio e incontaminato della zona del Supramonte; le famose cale d’Ogliastra; la magica atmosfera di notti sotto le stelle
Area di rilevanza naturalistica:
Supramonte di Baunei; Parco Nazionale del Gennargentu e Golfo di Orosei
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
02 Giu 20198 giorni/7 notti750,00 €Confermato
22 Set 20198 giorni/7 notti750,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
trasferimenti in minivan da Cagliari a Santa Maria Navarrese e il giorno successivo trasferimento all’inizio del trekking; tasse comunali relative ai pernottamenti in bivacco; accompagnamento per tutta la durata del trekking a cura di 2 guide ambientali escursionistiche; hotel e prima colazione la prima notte a Santa Maria Navarrese e l'ultima notte a Cagliari.

La quota non comprende:
spese di apertura pratica; volo A/R per Cagliari; i pasti il primo e ultimo giorno; cassa comune relativa a cibo e bevande da consumare durante il trekking (circa 40 euro); cena in ovile tradizionale (circa 30 euro); quanto non contemplato nella voce "La quota comprende".

Sistemazione in singola: su richiesta con supplemento, a disponibilità limitata.

Spese apertura pratica:  € 10,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.

NB: la quota è basata sulla sistemazione in doppia in abbinamento con compagni di viaggio dello stesso sesso. Nei rari casi in cui ciò non sia possibile, il partecipante che pur non avendone fatta richiesta dovesse essere sistemato in camera singola sarà soggetto ad un supplemento pari al 50% del supplemento singola, da corrispondere prima della partenza. Tale supplemento sarà comunque rimborsato nel caso in cui l'iscrizione di un ulteriore partecipante consenta di procedere con l’abbinamento.

 
Programma:
1° GIORNO CAGLIARI
SANTA MARIA NAVARRESE
Arrivo dei partecipanti a Cagliari, incontro con le guide e trasferimento in minivan a Santa Maria Navarrese. Sistemazione in struttura, cena e pernottamento.

N.B.: Per regolamento internazionale le camere sono disponibili a partire dal primo pomeriggio. È facoltà dell’hotel assegnarle prima nel caso in cui fossero già disponibili e preparate.
 
2° GIORNO
SANTA MARIA NAVARRESE – SUPRAMONTE DI BAUNEI
Colazione in struttura e inizio delle attività. Sono previste due soste relative al settaggio della logistica prima della partenza del trekking. Ci fermeremo per acquistare cibo e bevande da consegnare alla compagnia che si occuperà della logistica. Faremo un piccolo briefing di inizio trekking per verificare l’equipaggiamento e gli zaini. Finito il briefing, inizia il nostro viaggio! La prima tappa del trekking parte da Pedralonga e dopo un tratto pianeggiante incontra il primo pesante dislivello fino al Cuile Us Piggius. Proseguiremo fino alle vicinanze dell’altura di Bruncu sa Cugina, dove allestiremo il primo bivacco nel bosco, ceneremo e ci fermeremo per la notte.
 
Dislivello: +1000m;-450m – Lunghezza: 10,5 km – Durata: 8 ore
 
3° GIORNO
SUPRAMONTE DI BAUNEI
Colazione, smontaggio del campo e partenza. Il percorso del secondo giorno si snoderà tra falesie mozzafiato come quella di Loppodine e profonde incisioni vallive come Bacu Tenadili, per poi superare il Capo di Montesanto e arrivare finalmente al fiordo nascosto e incantato di Porto Pedrosu. Qui finalmente potremo fare il primo bagno nel mare della Sardegna! Nel pomeriggio, primo rifornimento logistico, preparazione del bivacco, cena e pernottamento.
 
Dislivello: +250 m;-1000m– Lunghezza: 8 km – Durata: 8 ore
 
4° GIORNO
SUPRAMONTE DI BAUNEI
Colazione, smontaggio del campo e partenza. Incontriamo subito l’insenatura nascosta dal mare turchese di Portu Cuau e diversi cuiles tradizionali non più abitati. Proseguiremo salendo di quota fino al cuile Runcu e su Pressu nelle vicinanze di Punta Salinas. Alla fine della giornata, ceneremo e passeremo la notte ospiti in un cuile tradizionale ancora abitato in cui si alleva il bestiame. Un amico pastore locale cucinerà per noi, sarà una cena da non dimenticare facilmente, tra cibo genuino e storie di Supramonte, pastori e carbonai. Sarà peraltro l’unica occasione in cui avremo a disposizione la corrente elettrica e l’acqua corrente per una doccia.
 
Dislivello: 500m – Lunghezza: 9 km – Durata: 7 ore

5° GIORNO
SUPRAMONTE DI BAUNEI
Colazione in ovile e partenza. Godremo di uno dei panorami più incredibili del Supramonte, ovvero la vista da quasi 700 metri di altitudine della famosa guglia di Cala Goloritzè per poi attraversare l’omonimo bacu, risalire sull’altro versante e inoltrarci in un altro spettacolare canyon, Bacu Mudaloru. Lo percorreremo fino ad arrivare all’omonima caletta nascosta, dove potremo fare ancora un bagno nelle acque turchesi della Sardegna e riceveremo il secondo rifornimento logistico. Prepareremo il campo e ceneremo su una vecchia piattaforma di carbonai con uno spettacolare panorama sul mare.
 
Dislivello: +500m;-900m – Lunghezza: 13 km – Durata: 9 ore

6° GIORNO
SUPRAMONTE DI BAUNEI
Colazione, smontaggio del campo e partenza. Oggi visiteremo due grottoni che si aprono sul mare, raggiungibili attraverso una spettacolare cengia di roccia, per poi dirigerci ancora verso nord. Arriveremo a Bruncu D’Urele, Bacu Padente e ammireremo panorami mozzafiato sul mare per tutto il giorno. Infine giungeremo a Cuile Piddi, dove prepareremo il campo, ceneremo e dormiremo sotto le stelle per l’ultima volta.
 
Dislivello: +500m;-100m – Lunghezza: 6 km – Durata: 5 ore

7° GIORNO
SUPRAMONTE DI BAUNEI - CAGLIARI
Colazione, smontaggio del campo e partenza. Vedremo l’incantata Cala Biriola dall’alto di una terrazza calcarea naturale e proseguiremo tra sentieri panoramici e boschi verso il punto di arrivo del Selvaggio Blu, Cala Sisine. Nessuno rinuncerà ad un ultimo bagno liberatorio dopo tante fatiche, prima di percorrere l’ultima mezzora di sentiero che ci porterà ad una sterrata da cui ripartiremo alla volta di Cagliari, per arrivare in serata in struttura, cenare e pernottare in città.
Dislivello: +250m;-650 m – Lunghezza: 6 km – Durata: 5 ore
 

8° GIORNO
CAGLIARI – DESTINAZIONE FINALE
Colazione, rilascio delle camere e rientro alla propria città di provenienza.

N.B.: per regolamento internazionale le camere vanno liberate la mattina. È facoltà dell’hotel consentirne l’uso fino al pomeriggio previa disponibilità e con possibile supplemento “day use”.
Come arrivare:

Volo low cost o di linea A/R per Cagliari (non incluso).

Perché non includiamo il volo? Perché come forse saprai le tariffe aeree cambiano continuamente, e chi prima prenota meno paga. Per includerlo, dovremmo calcolare un costo "prudenziale" che ti impedirebbe di usufruire della miglior tariffa disponibile al momento della prenotazione. Per questo preferiamo lasciarti libero di accedere alle migliori condizioni possibili. A richiesta, possiamo comunque proporti e prenotare la soluzione più conveniente disponibile per il tuo viaggio.

Meta:
Sardegna
Arrivo a:
Cagliari
Alloggio:
Pernottamento in bivacco con sacco a pelo e due notti in hotel
Trattamento:
Sono incluse solo due prime colazioni e una cena
Note:

Il Selvaggio Blu è un’esperienza che richiede capacità di adattamento alle condizioni spartane dei campi in natura col solo uso del telo termico, del materassino e del sacco a pelo. Si richiede la resistenza al trasporto dello zaino il cui peso varierà tra gli 8 e i 10 chili circa. Il percorso è distribuito in 6 tappe di una giornata ciascuna, con dislivelli importanti e distanze fino a 12km per un tempo di percorrenza fino a 8h per alcune tappe. I sentieri si snodano in una delle zone più selvagge del Supramonte di Baunei, con fondo spesso sconnesso, costituito da suolo e roccia calcarea con tratti fortemente acclivi; sono pertanto necessari una buona forma fisica adatta alla camminata in montagna ed esperienze pregresse maturate in percorsi di classe non inferiore alla E. 

Importante - Necessario portare scarponi da trekking alti e di buona qualità (precedentemente già collaudati). Abbigliamento tecnico adeguato a lunghi trekking, con cambi in considerazione della durata dell’evento, delle condizioni meteo attese, dello spazio e peso consentiti dallo zaino. Zaino da trekking da 40/50 litri per il trasporto di acqua, viveri, cambi, ecc. Sacco a pelo, materassino, telo termico, lampada frontale. Protezione solare, costume da bagno, telo mare tecnico. Kit per i pasti: posate, bicchiere/tazza, gavetta.

Cosa portare:
Abbigliamento in generale comodo e pratico. Pantaloni lunghi per le escursioni. Scarpe comode per le visite e i momenti di relax. Coprizaino. Costume da bagno.
Trasporti locali:
Minivan a noleggio
Curiosità:
La nascita del Selvaggio Blu
Era la fine degli anni ‘80 quando l'allora illuminato Sindaco di Baunei, avendo capito le potenzialità turistico escursionistiche del territorio del suo Comune, incaricò alcuni esperti escursionisti ed alpinisti di individuare e tracciare un sentiero che potesse essere fruibile per tutti e che collegasse Santa Maria Navarrese con Cala Sisine lungo le antiche vie di pastori e carbonai. E così…nacque Selvaggio Blu! Ora, a 30 anni di distanza è diventato uno dei trekking più conosciuti, declinato in tante varianti diverse ma con un denominatore comune: la natura selvaggia del Supramonte e il mare incontaminato della Sardegna. I sentieri sono poco tracciati ed è facile perdersi, il fondo è spesso roccioso, sconnesso e scosceso ma in compenso, le viste che si aprono sono senza pari e gli incontri con i falchi della regina, le capre selvatiche e, con un po’ di fortuna, i mufloni, sono in grado di ripagare il visitatore di qualunque sforzo. Lungo il tracciato si incontrano i cuiles (ovili) tradizionali costruiti in pietra calcarea e legno di ginepro dai pastori che vivevano per mesi sulle montagne, lontano dal paese badando alle capre. Di quando in quando si riconoscono anche le carbonaie, i piazzali dove lecci ed altri alberi venivano bruciati dagli operai toscani e piemontesi per essere trasformati nel prezioso carbone da spedire in giro per l'Italia.


Data partenza:
02-06-2019
 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza