Cerca il tuo viaggio
 
Mowgli scuole
Crea il tuo viaggio

Area download

Viaggi e vacanze
dal 31 Ottobre al 3 Novembre

VIA FRANCIGENA SUD

Sulle Orme dei Papi
Difficoltà: zampazampazampazampa
240,00 €
 
Presentazione del viaggio
Al contrario della “Francigena nord” che conduceva a Roma, la “Francigena del sud” portava i pellegrini in Puglia per imbarcarsi verso la Terra Santa, tramite due percorsi, l’Appia Antica e l’Appia Traiana, per poi si moltiplicarono nei secoli in una serie di percorsi alternativi, le “Vie Francigene del Sud”. Per una serie di casi storici, nel tratto laziale si incontrano paesi legati alla storia del soglio pontificio, come Castel Gandolfo, Segni (paese natale dei pontefici Innocenzo III e S. Vitaliano, o Carpineto (dove nacque Leone XIII). Il nostro itinerario si snoderà “al contrario”, risalendo la Via nel suo tratto laziale fino ad entrare a Roma attraverso la Regina Viarum, l’Appia Antica, i cui ultimi 10 km sono uno spettacolare Parco Archeologico all’aperto, attraverso una continua alternanza di aree naturali, zone agricole, piccoli borghi, vestigia storiche e antichi luoghi di culto fanno di questo percorso una piccola perla, ancora poco conosciuta ma di grande attrattiva.
 


CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO 
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984 
 
Tipologia:
viaggio itinerante di gruppo con guida Four Seasons
Cosa facciamo:
escursioni a piedi, trekking itinerante con trasporto bagagli, visite a borghi;
Come:
viaggio di gruppo con guida Four Seasons (min. 6 max. 15 partecipanti)
Speciale perchè:
Un percorso immersi nella natura; L’abbazia di Fossanova, il più antico esempio di arte gotico-cistercense d’Italia e Monumento d’Italia dal 1874; L’inusuale ingresso a Roma attraverso l’area ar
Area di rilevanza naturalistica:
Parco Regionale dei Castelli Romani
Partenze disponibili e costi:
Data PartenzaDurataQuotaStato
31 Ott 20184 giorni/3 notti240,00 €Iscrizioni aperte
27 Ott 20185 giorni/4 notti290,00 €Iscrizioni aperte


La quota comprende:
Sistemazione in hotel o B&B, in camere doppi e con servizi privati; la prima colazione; trasporto bagagli tra i vari hotel; assistenza di Guida Ambientale Escursionistica.

La quota non comprende:
Spese di apertura pratica, trasporti e trasferimenti; i pasti non espressamente inclusi e tutte le bevande; le entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti; eventuali tasse di soggiorno; quanto non contemplato nella voce “La quota comprende”.
 
Sistemazione in singola: non disponibile per questo tour

Spese apertura pratica:  € 10,00 - Obbligatorie, per persona. Comprendono l’assicurazione medico-bagaglio; sono utilizzate anche per finanziare progetti di compensazione delle emissioni di CO2 derivanti dalla partecipazione ai viaggi.

NB: la quota è basata sulla sistemazione in doppia, con abbinamento con un altro compagno di viaggio dello stesso sesso. Il supplemento della camera singola è pari a € 20,00. Nei rari casi in cui ciò non sia possibile, il partecipante che pur non avendone fatta richiesta dovesse essere sistemato in camera singola sarà soggetto ad un supplemento pari al 50% del supplemento singola, da corrispondere prima della partenza. Tale supplemento sarà comunque rimborsato nel caso in cui l'iscrizione di un ulteriore partecipante consenta di procedere con l’abbinamento.
  
CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO 
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984  
Programma:

I° Parte da Fossanova ad Artena, passando per Maenza, Carpineto Romano, Segni



1° giorno Fossanova 
Arrivo dei partecipanti e sistemazione in albergo. Presentazione del viaggio e visita della struttura dell’Abazia risalente al XII secolo, perfetto esempio di stile gotico-italiano e più antico esempio d’arte gotico cistercense in Italia, dove ancora oggi si conserva la tomba vuota di San Tommaso d’Aquino che qui trascorse gli ultimi giorni della sua vita nel 1274. Cena e pernotto all’interno del complesso cistercense.
 
2° giorno Da Fossanova a Maenza
Cominceremo il nostro cammino dirigendoci verso Priverno costeggiando la cittadina, attraversando la valle dell’Amaseno dove incontreremo il sito archeologico dell’antica Privernum romana. Dopo una breve visita proseguiremo alla volta della piccola cittadina di Maenza attraverso un percorso tra le campagne che ci condurrà a circa 400mslm dove si erge il suggestivo paese lepino, dominato dall’imponente castello baronale. Sistemazione nella struttura per il pernotto, visita al castello e cena.
 
Dislivello: +400m -100m -Lunghezza: 16km – Durata: 5:00 ore
 
3° giorno Da Maenza a Carpineto Romano
Dopo la colazione ripartiremo per la seconda tappa del nostro viaggio. Sarà una bella camminata per lo più in un ambiente naturale immerso nel verde. Si comincia con la discesa dal centro abitato al fondovalle, si risale poi su un percorso con un fondo molto differenziato: sentieri, carreggiate, brevi tratti cementati e talvolta anche asfaltati. Giunti al valico a 700metri slm si comincerà la a scendere dolcemente fino a giungere a Carpineto Romano. Paese ricordato tra le altre cose per aver dato i natali a Leone XIII, il pontefice della Rerum Novarum, e che avremo tempo di visitare prima di prepararci per la cena presso la Reggia dei Volsci.
 
Dislivello: +600m -350m – Lunghezza: 16km – Durata: 4:30 ore
 
4° giorno Da Carpineto Romano a Segni
Ci aspetta una tappa di montagna che sarà accompagnata dalla bellezza dei panorami e l’ambiente naturale. Si godrà la vista delle maggiori cime dei Monti Lepini ma anche del tranquillo ambiente delle valli, popolate da molti animali allo stato brado. L’impegnativo tratto iniziale sarà seguito da un lungo percorso in discesa e su un ampio pianoro a fondovalle, che porterà prima al Campo di Montelanico e poi al Campo di Segni, da cui si raggiungerà la cittadina di Segni. Il paese è ricco di storia e tradizioni, con testimonianze archeologiche che partono dal periodo romano con le poderose mura poligonali che cingono l’Acropoli. Inoltre durante il pontificato itinerante Segni fu spesso sede papale sotto i pontefici Eugenio III, Lucio III e Alessandro III: quest’ultimo durante il suo soggiorno nella cittadina lepina canonizzò il martire inglese Thomas Beckett, arcivescovo di Canterbury (anno 1173).
 
Dislivello: +450 m–400m Lunghezza: 16km – Durata: 6:30 ore
 
5° giorno Da Segni ad Artena
La giornata comincia risalendo al campo di Segni per attraversarlo, entrare nel bosco e arrivare alla strada provinciale che condurrà dopo un breve tratto a Rocca Massima (790mslm), la più alta cittadina dei Monti Lepini, arroccata, con Il suo centro storico di origine medioevale, su un promontorio roccioso che domina con un superbo panorama la pianura sottostante. Da li inizia la discesa attraverso un tratto di territorio coltivato e ricco di castagneti, fino a raggiunge Artena. Il cui centro storico è abbarbicato alla roccia sulla quale sorge ed è famoso per le rampe e gli stretti vicoli percorribili ancora oggi solo a piedi o a dorso di mulo. Meritevole di una nostra visita anche l’acropoli Volsca “Piano della Civita” con le sue mura poligonali ciclopiche preromane.
 
Dislivello: +400m -680m – Lunghezza: 22km – Durata: 7:00 ore


II° Parte da Artena a Roma, passando per Velletri, Genzano e Castel Gandolfo

 
1° giorno Da Artena a Velletri  
Ci troviamo difronte ad una tappa che presenta una certa varietà di paesaggio e di dislivello altimetrico. Si attraversa un tratto impegnativo all’interno del Parco Regionale dei Castelli Romani, nel territorio del comune di Lariano, per scendere verso la via Lata per infine arrivare a Velletri, rinomata per i suoi vigneti e ricca di beni culturali all’interno del centro storico.
 
Dislivello: +450m -400m – Lunghezza: 21km – Durata: 7:00 ore
 
2° giorno Da Velletri a Genzano 
Questo tratto attraversa aree di bosco caratterizzate da diversi livelli di quota. Usciti dal centro urbano si sale di quota arrivando all’ingresso del Parco Regionale dei Castelli Romani. Attraversata una serie di sentieri, all’interno di un fitto bosco di castagni si giunge su via Nemorense, risalita la quale si entra nell’incantevole borgo di Nemi (521mslm) che mantiene la sua impronta medioevale e dal suo Belvedere si può godere di uno splendido panorama del litorale romano. Lasciato il borgo ci si immerge di nuovo nel verde del Parco Regionale su un sentiero quanto mai vario, con un fondo normalmente agibile ma che presenta tratti scomodi su grosse rocce, argilla o su fondo di foglie. Si arriva quindi alla Via dei Laghi dalla quale ci si stacca per tornare nel bosco e costeggiare il lago fino a raggiungere Castel Gandolfo dove, nella piazza della Libertà si affaccia il Palazzo Pontificio, sede delle vacanze estive del Papa, oltre che due opere del Bernini: la fontana e la chiesa di S. Tommaso da Villanova. 
 
Dislivello: 550m -500m – Lunghezza: 20km – Durata: 6:00 ore
 
3° giorno Da Genzano a Roma
Quest’ultima tappa, la più solenne dell’intero percorso, lascia il territorio dei Castelli Romani per giungere alla Città eterna percorrendo la Regina Viarum, la via consolare Appia Antica. Impossibile non avvertire la suggestione del luogo: il basolato ancora percepibile ricorda i passi delle legioni, degli Apostoli, dei pellegrini; gli antichi monumenti ricordano i nomi degli antichi romani ivi sepolti, resti di grandi edifici ricordano i potenti della capitale d’Europa, i cipressi che la costeggiano completano il quadro. Si arriva a famose catacombe e poi all’umile chiesetta del Quo Vadis? eretta dove Cristo apparve a San Pietro. Partendo da Castel Gandolfo ci si immette in una serie di stradine di campagna che attraversano il comune di Marino, fino a giungere nel Parco Regionale dell’Appia Antica, lasciato il quale si percorre l’antica Via delle Sette Chiese per raggiungere il Circo Massimo e completare poi il nostro cammino attraverso via delle Conciliazione, arrivando finalmente alla Basilica di S. Pietro.
 
Dislivello: +76m- 475m – Lunghezza: 26km – Durata: 7:30 ore
 
4° giorno Roma
Dopo la prima colazione rientro verso i luoghi di partenza.

 


CONTATTACI PER RICEVERE LA SCHEDA DETTAGLIATA DEL VIAGGIO  
infoviaggi@fsnc.it - tel. 0627800984  

 

Come arrivare:
Mezzi proprio o mezzi pubblici

I° TAPPA
TRENO PER L’ANDATA: treno per Fossanova (stazione Priverno-Fossanova)
TRENO PER IL RITORNO: treno da Artena (stazione Artena- Valmontone)

II° Tappa
TRENO PER L’ANDATA: treno per Artena (stazione Artena-Valmontone)
TRENO PER IL RITORNO: treno da Roma

Meta:
Da Fossanova ad Artena e da Artenna a Roma
Partenza da:
Fossanova per la I tappa; Artena per la II tappa
Arrivo a:
Artena per la I tappa; Roma per la II tappa
Alloggio:
hotel o B&B
Trattamento:
pernottamento e prima colazione
Cosa portare:
scarponi da trekking, abbigliamento caldo e adatto alla stagione, giacca impermeabile, zaino, almeno 1,5 l acqua.
Trasporti locali:
non previsti
Pasti:
tutte le prime colazioni. PASTI NON INCLUSI: pranzi al sacco autogestiti e le cene.
Data partenza:
31-10-2018
 
 

share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookshare-googleplus
 
Via FrancigenaVia Francigena

Richiedi maggiori info

Codice di sicurezza